1Spello, 1 dicembre 2019 – La festa della buonfinita vedrà oggi pomeriggio la sfilata dei carri allegorici con le “frasche”. Già da questa mattina, però, abbiamo potuto ammirare sia i carri sia i gruppi folk: anziani con l’organetto e i giovani a cantare e ballare il saltarello in piazza. Uno dei carri che ha destato molta simpatia, è stato un motocarro Guzzi del 1952, sul cui cassone è stata ricostruito uno spaccata di campagna, con tanto di vecchia bici. Molto eleganti, i sacchettini ricamati a mano e realizzati dai bambini della scuola primaria, sotto l’egida delle insegnanti e della maestra di ricamo Lucia Smurra. Nel pomeriggio, la classifica dei vincitori che hanno allestito i carri. Infine, la serata si concluderà nelle taverne del borgo, dove tutti potranno degustare l’olio nuovo e il vino novello.

23 (167)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini