APPROVATO IL PRIMO CONTRATTO DECENTRATO NORMATIVO 2019/2021 E FONDO ECONOMICO

1Perugia, 7 dicembre 2019 – E’ trascorso meno di un mese dalla proclamazione dello stato di agitazione del personale e dall’incontro in prefettura per il tentativo di conciliazione con l’amministrazione ARPAL e la Regione Umbria. In quella sede due sono stati gli impegni assunti dall’amministrazione: il primo è la data di incontro per discutere del contratto decentrato normativo per il triennio 2019/2021, che prevede l’applicazione degli istituti previsti nel contratto collettivo nazionale firmato il 21 maggio 2018. Ebbene, dopo una settimana da quell’impegno si è svolto l’incontro che ha portato ad un esito positivo per i dipendenti Arpal con la costituzione del Fondo e la definizione del suo utilizzo, attraverso la contrattazione con i sindacati, arrivando a firmare una pre-intesa che prevede: le progressioni economiche (scatti economici di fascia) per n. 101 dipendenti su un n. di 217 per un valore complessivo di euro 100mila ed ulteriore stanziamento dello stesso importo anche per il 2020, per consentire ulteriori passaggi economici per il personale che in questo anno non potrà averne l’opportunità; inoltre, sono stati stanziati euro 90mila per un’indennità di sportello o front office per coloro che hanno quotidianamente un contatto con il pubblico, spesso in condizioni critiche.   A ciò si aggiunge la produttività, per un totale di circa 580mila euro, che verrà erogata a ciascun dipendente in base alla valutazione che i Dirigenti dovranno fare, sia in relazione alla performance individuale sia collettiva di gruppo e cioè in base al raggiungimento di determinati obbiettivi.

L’assemblea ha dato mandato sia alla RSU che alle sigle CGIL FP, CISL FP E UIL FPL regionali di siglare il decentrato normativo definitivo, potendo così applicare già da subito e per tutto il 2019 quanto concordato nella pre intesa con l’amministrazione. Il secondo impegno preso dal Prefetto da parte dell’amministrazione è la programmazione di un incontro con il neo assessore Fioroni e con le organizzazioni sindacali che avverrà il 18 dicembre, per affrontare insieme la questione piani assunzionali, rispetto a cui avevamo già siglato una pre intesa nel mese di settembre, prevedendo circa n. 127 assunzioni a seguito anche delle risorse pronte per essere trasferite dal Ministero per il potenziamento dei centri per l’impiego e del settore della formazione.

Tale pre-intesa viene di nuovo ripresentata e sostenuta dai dipendenti Arpal in assemblea attraverso l’approvazione della piattaforma sindacale, che verrà a breve inviata agli amministratori Arpal nonché all’assessore competente.

Le rsu e le organizzazioni sindacali si ritengono soddisfatte per il risultato conseguito dopo lo stato di agitazione e attendono di poter continuare nella collaborazione e condivisione delle scelte future che farà l’amministrazione Arpal Umbria.

Sempre nella giornata odierna un’altra assemblea dei lavoratori dipendenti del Consiglio Regionale ha approvato il Decentrato normativo 2019/2021 e Fondo salario accessorio 2019 e 2020, frutto anche questo di un ottimo lavoro svolta dalle Rsu dell’Ente Consiglio e dalle organizzazioni sindacali, che ci ha visti protagonisti nella contrattazione consentendo il giusto riconoscimento delle professionalità a disposizione nel pubblico impiego e del lavoro svolto.

FP CGIL UMBRIA Segretario S. Pansolini

FPL UIL UMBRIA Segretario M. Cotone

FP CISL UMBRIA Segretario U.Pascolini (89)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini