1Perugia, 8 dicembre 2019 – Quasi duemila firme raccolte nella giornata di sabato. È lo straordinario risultato che hanno fatto registrare i gazebo della Lega organizzati in tutte le piazze dell’Umbria. Una iniziativa lanciata dai vertici del partito a livello nazionale per dire “no” al MES che in questi giorni è in fase di dibattito in Parlamento e contro la cui approvazione Matteo Salvini e la Lega hanno promesso battaglia. “120 miliardi di risparmi degli italiani per salvare le banche tedesche. No, grazie. Fermiamo l’ammazza-stati”. Questo lo slogan dei gazebo leghisti che hanno raccolto 1000 firme nelle prime ore del mattino e 2000 in totale nella giornata di sabato, oltre a far registrare il forte quanto motivato disappunto dei cittadini umbri nei confronti di un documento che rappresenta l’ennesima presa in giro per l’Italia costretta a piegare la testa di fronte ai “padroni” dell’Europa. “Un risultato straordinario che testimonia  quanto è importante per il popolo potersi esprimere anche su trattati europei che hanno un rilevanza così importante per il futuro di tutti noi – spiega il segretario Lega per l’Umbria, On. Virginio Caparvi – Mentre una volta questi documenti, quali il MES, venivano redatti, votati e sigillati nelle segrete stanze, oggi, nonostante qualcuno ci provi ancora con la complicità di questo Governo guidato da Giuseppe Conte, dal Movimento 5 Stelle e dal PD, la Lega si sta facendo carico di riportare la questione in Parlamento e nelle piazze dove gli italiani si possono esprimere. Un grande successo che ci carica ancora di più nella battaglia verso la libertà”. I gazebo saranno attivi anche nel pomeriggio di sabato 7 dicembre e nella giornata di domenica 8 dicembre. (Nella foto un gazebo a Foligno, con il sindaco Zuccarini) (150)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini