Lavoro, ambiente, diritti le priorità della Sinistra. Le opposizioni collaborino congiuntamente

1Terni, 11 dicembre 2019 – Si è tenuta la riunione del coordinamento politico di Sinistra Civica Verde Terni, che, a seguito della vittoria della destra a trazione leghista nella competizione elettorale della Regione dell’Umbria, intende condividere con i cittadini e tutto l’arco delle opposizioni riflessioni e azioni a nostro avviso dirimenti e non più rinviabili.
“Innanzitutto -si legge nella nota- riteniamo necessario partire da un’analisi profonda di una sconfitta storica della sinistra nella nostra Regione per comprendere le ragioni di una disfatta così pesante e travolgente, in particolare nella città di Terni, dove la Lega ha raggiunto il 40 per cento dei consensi. Solamente partendo da una seria autocritica e riconoscimento degli errori compiuti potremo ritrovare un dialogo con gli elettori e per questo obiettivo sarà fondamentale che tutte le forze disponibili ad aprire  una rinnovata stagione di elaborazione e proposta politica alternativa alle destre, si confrontino ed incontrino.

È urgente farlo perché Terni e l’Umbria continuano a presentare in termini di dati economici, sociali, anagrafici, ambientali problemi drammatici e non vediamo nessun progetto organico e coerente di risoluzione dalle forze della maggioranza.
Auspichiamo che il Governo, nonostante le sue difficoltà, continui a lavorare per garantire stabilità al Paese, interventi strutturali negli asset strategici del comparto industriale, sostegno alle fasce sociali deboli quali, ad esempio, le misure già adottate nel settore sanità dal Ministro Roberto Speranza, attenzione al mondo del lavoro e incentivi alle imprese, che siano un volano per far ripartire l’economia e garantire uguaglianza, diritti sociali e civili.

E’ sempre più evidente infatti, la necessità stringente di costruire anche in Italia una Sinistra unita e forte sui grandi temi del nostro tempo: l’economia globalizzata, la riconversione ambientale dell’industria, la tutela di un lavoro sempre più precario e non dignitoso, l’incremento dell’occupazione alla luce delle nuove tecnologie, il rispetto della democrazia e dei principi costituzionali, la gestione dei flussi migratori che non comporti più la disumana chiusura dei porti e la battaglia ideologica contro i disperati, l’avanzamento nei diritti civili riconosciuti già in gran parte dei Paesi occidentali.
Su questi temi costruiremo le nostre iniziative con l’obiettivo di riaprire un dibattito in città sulle questioni reali, a partire dalla situazione della maggiore azienda siderurgica ternana, Tk-Ast, dove il susseguirsi di scioperi e cassa integrazione, non ci consegna un quadro certamente positivo e sereno per il prossimo futuro e alla luce della quale esprimiamo la nostra vicinanza ai lavoratori, alle loro famiglie e alle organizzazioni sindacali che da troppo tempo denunciano, inascoltate, uno stato della fabbrica non adeguato alle necessità commerciali e di sviluppo utili a garantire ad Ast il suo ruolo industriale strategico. Riteniamo doveroso quindi che la politica ternana e regionale, torni ad occuparsi di questo come di tanti altri temi, attraverso un progetto di sviluppo e un’attenzione alle misure per contrastare l’inquinamento ambientale, per sostenere l’università ternana e risolvere definitivamente la situazione di difficoltà dell’ospedale Santa Maria.

Riteniamo infatti del tutto inadeguata l’azione politica della Giunta Latini, che, tra cambi di casacche, assessori intercambiabili che hanno utilizzato il Comune per ambizioni personali e ulteriori debiti dell’Ente, oltre a qualche ritocco stradale e alle luminarie natalizie, non riesce a dire e a concretizzare nulla di veramente significativo.
Per questo, Sinistra Civica Verde sarà in campo per costruire un’opposizione politica coerente e coesa al fianco dei cittadini e dei lavoratori per una sinistra moderna e riformista, lontana dal trasformismo, dalla trasversalità e dal superamento illogico della differenza tra destra e sinistra che in questi anni ha mortificato la politica e le idee. La sinistra non è un mero sillogismo, ma un ideale di uguaglianza, equità e giustizia sociale da perseguire e concretizzare”. (110)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini