Sabato 14 dicembre alle 10.30 nella Basilica Superiore di San Francesco il Presidente della Repubblica riceverà Lampada della Pace

MattarellaAssisi, 12 dicembre 2019 – Saranno il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Card. Gualtiero Bassetti, a partecipare al XXXIV Concerto di Nataleche si terrà sabato 14 dicembre alle 10.30 nella Basilica Superiore di San Francesco d’Assisi.   Il Presidente Mattarella riceverà, prima dell’inizio del Concerto, dal Custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, la “Lampada della pace”, riconoscimento assegnato nelle ultime edizioni al Presidente delle Repubblica Colombiana, Juan Manuel Santos, alla Cancelliera tedesca, Angela Merkel, e al Re di Giordania, Abdullah II. Il Presidente verrà accolto dinanzi la Basilica Inferiore, si recherà sulla tomba del Santo di Assisi e a seguire nella Basilica Superiore.

Presenti anche il Legato Pontificio per la Basilica di San Francesco, Card. Agostino Vallini, il Presidente RAI, Marcello Foa, l’Amministratore Delegato RAI, Fabrizio Salini, e il Direttore di RAI1, Teresa De Santis.

Il Concerto di Natale della Basilica di San Francesco sarà diretto dal Maestro Steven Mercurio, e vedrà la partecipazione di: Massimo Ranieri, Anna Tifu al violino, Marco Braito ed Ercole Ceretta alle trombe. Ad accompagnare gli artisti ci sarà l’Orchestra sinfonica nazionale della RAI, il coro di voci bianche “I piccoli musici” e il coro “Coenobium vocale“, guidati dai maestri Mario Mora e Maria Dal Bianco.

Il concerto di Natale verrà trasmesso su Rai 1 il 25 dicembre alle 12.30 dopo il messaggio Urbi et Orbi di Papa Francesco. Per maggiori informazioni www.sanfrancesco.org

Per gli oltre cento giornalisti accreditati sono state allestite due sale stampa, quattro postazioni media e zona dedicata per i mezzi satellitari. Lo rende noto il Direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato. (128)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini