1Bastia Umbra, 16 dicembre 2019 -Mostra collettiva di Luciano Ponti, Angelo Dottori, Franco Susta in una esposizione di opere artistiche, pittoriche, all’Auditorium Sant’Angelo in Piazza Umberto I dal 17 al 22 dicembre organizzata dal Comune di Bastia Umbra, Assessorato alla Cultura. Vernissage domani, 17 dicembre alle ore 18.00 alla presenza del Sindaco Paola Lungarotti.
“Luciano Ponti nasce nel 1949 nel palazzo Ponti situato proprio a fianco dell’Auditorium Sant’Angelo in Piazza Umberto I, chiamata la Piazzetta, difronte al monastero benedettino di Sant’Anna e alla Rocca Baglionesca. E’ un bastiolo doc, ma ha una mamma ateneniese, quindi cresce in un “qui ed un altrove” che ispira sin dagli anni dell’adolescenza il suo interesse verso le arti figurative e la musica che esprime subito nella realizzazione di dipinti nelle taverne del neonato Palio de San Michele e nella realizzazione di tante scene per il Calendimaggio di Assisi. Approfondisce la sua formazione frequentando l’Accademia di Belle Arti di Perugia e al termine degli studi parte per Londra, in quegli anni patria delle principali avanguardie artistiche e prosegue frequentando corsi di pittura e restauro a Parigi e prima a Losanna e poi a Theeran impara a dipingere su vetro. Continua la sua ricerca artistica on the road fino all’India, dove vive per tre anni, imparando a scolpire il legno.

Ha successivamente svolto la propria attività artistica tra l’Umbria e la Grecia dove ha esposto le proprie opere sia in gallerie di Atene che in mostre svoltesi nelle isole di Kea e di Syros, nelle quali vivono e hanno i propri atelier diversi artisti greci, presentando lì la sua Umbria, come oggi qui ci porta colori, luci e mari greci. Ha realizzato per il Comune di Bastia Umbra l’istallazione posta nei pressi della piscina comunale ed un dipinto per il 25°anno di gemellaggio tra Bastia e Hochberg, unendo in un paesaggio immaginario le due città. Ha restaurato importanti opere per collezionisti privati, antiquari e chiese.
Angelo Dottori nasce a Petrignano di Assisi nel 1955, ma vive e lavora a Bastia da molti anni.

Dopo il diploma di Liceo Classico e l’università, ha intrapreso l’attività di grafico pubblicitario, illustratore e decoratore, assecondando così le proprie passioni verso la musica e la pittura. Attraverso la sperimentazione di varie soluzioni stilistiche, ha cominciato poi a cercare con insistenza una propria cifra espressiva, con una tecnica riconoscibile e dei cromatismi che gli consentono di dipingere in una maniera distintiva e moderna. In Dottori c’è infatti una grande sensibilità per il colore, una sicura visione compositiva e la capacità di dire, rappresentare, e di trasportare l’osservatore in immagini reali eppure cariche di fantasia, di magia, di sogno. Come un cantastorie quest’artista ci rivela emozioni che hanno un retrogusto dolce, melanconico di ricordi e insieme forte e spensierato di chi riesce a bearsi della semplicità.

L’artista ha partecipato a varie mostre collettive in Italia e in Umbria, esposto le proprie opere in mostre personali in Toscana e in Umbria e realizzato opere a tema religioso presenti in diverse chiese del territorio.
Le sue opere sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private, in Italia e all’estero e sono state recensite positivamente da esperti del settore.
Franco Susta è un pittore nato a Bastia nel 1959 e tutt’ora vi risiede.
Spinto da una spiccata passione artistica, già dalla scuola secondaria di primo grado, conseguiva ottimi risultati e veniva sostenuto nei suoi studi pittorici dal Prof. Pagliacci di Perugia.
Noto per la sua tecnica artistica espressiva, il talento di Franco è emerso anche grazie al Palio de San Michele nell’ambito del quale ha realizzato dipinti ed affreschi sulle pareti delle taverne rionali.
Autodidatta da sempre, interessato ai pittori del Rinascimento ed alle tecniche dell’affresco, i suoi primi dipinti rappresentano paesaggi con particolari riferimenti alla natura, ai fiori, ai casolari umbri. Attualmente predilige il genere astratto, realizzato con tecniche miste, quali collage con foglia d’oro su basi materiche fatte da colle e stucchi su tele di varie dimensioni.

Le sue distintive forme circolari e dinamiche rivelano una sensibilità irruenta, mentre le tinte più cupe e statiche sembrano derivare da canoni di matrice espressionista che danno origine ad una tensione fantastica che nasce comunque dal diretto contatto con la realtà, mentre la fantasia e il sogno originano una dimensione spaziale innovativa. Ha esposto le proprie opere in mostre collettive e personali ed è apprezzato da critica e pubblico.” (Si ringraziano per il materiale concesso gli artisti della Mostra)
Orari di apertura della mostra “Percorsi d’artista” all’Auditorium Sant’Angelo in Piazza Umberto I, Bastia Umbra: 10.30- 13.00/16.30-19.30 (117)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini