Il bilancio nella provincia di Perugia dell’anno in corso del progetto “Life Strade”. “Costante l’impegno della Provincia per la prevenzione delle collisioni”

1Perugia, 23 dicembre 2019 – Sono stati continui nel corso del 2019 il controllo e la manutenzione degli impianti di prevenzione degli incidenti con fauna selvatica nella rete stradale di competenza della Provincia di Perugia. A renderlo noto attraverso un bilancio dell’attività svolta è il Servizio che si occupa del progetto “Life Strade” – Gestione sistemi di prevenzione “after life”. Progetto che, sulla base di un accordo con la Regione Umbria, prevede tra l’altro che la Provincia assicuri il corretto funzionamento degli impianti e la sostituzione di tutte le componenti elettroniche non funzionanti. Secondo quanto rende noto l’Ufficio SIS Topografico e Geologico nel corso dell’anno che si sta per chiudere sono stati eseguiti 25 interventi (da parte del Geom. Lanfranco Ghiani), in occasione di incidenti stradali avvenuti con animali selvatici. Gli interventi sono stati effettuati su richiesta delle forze dell’ordine a seguito della firma del protocollo d’intesa sottoscritto con la Prefettura e le forze dell’ordine per il monitoraggio e la segnalazione di incidenti provocati dalla fauna selvatica nel territorio della Provincia di Perugia. Inoltre si è proceduto al rinvenimento in fase di vigilanza lungo le strade provinciali e regionali di 18 carcasse di animali selvatici morti a causa di collisioni con autoveicoli.

L’attività di vigilanza sulle strade coinvolte dal progetto Life Strade è stata effettuata con una frequenza di almeno 3 volte al mese. La percorrenza stimata è di circa 11.000 Km condotta ad una velocità variabile fra 20 e 40 km orari. Sono inoltre state compilate 60 schede di monitoraggio conseguenti l’accertamento di fauna selvatica trovata morta lungo le seguenti strade: SS 318 (Ex SR 318), SS 3(ex SR 3) ,SP 105, SR 599, SP 309.

Nel 2019 sono stati registrati 102 incidenti con animali selvatici a seguito dell’invio di verbali da parte delle forze di Polizia del Territorio: 33 incidenti con caprioli; 50 incidenti con cinghiali; 8 incidenti con daini; 5 incidenti con istrice; 6 incidenti con tasso;

Il monitoraggio dei flussi di traffico si è concentrato sulle strade interessate dal progetto: SS 318, SP 201 tratto 1, SP 105 tratto 1; SR 599, SR 3 Flaminia, SP 340 tratto 3.

Gli incidenti stradali causati dagli ungulati costituiscono motivo di preoccupazione sia per l’incolumità degli automobilisti, sia per le ricadute economiche legate agli indennizzi che gli enti preposti sono tenuti a pagare ogni volta che questi eventi si verificano. Da qui è scaturito il negli anni scorsi il progetto LIFE STRADE – LIFE11BIO/IT/072, per la gestione e la riduzione delle collisioni veicolari.

La Provincia di Perugia – ha avuto modo di commentare la consigliera provinciale delegata Erika Borghesi – è una della poche in Italia ad aver sperimentato e creduto in questo progetto, grazie anche all’impegno e alla competenza dei nostri tecnici -. Si tratta di un piano che va nella direzione della salvaguardia della fauna, della biodiversità oltre che la salvaguardia degli utenti della strada. Auspichiamo che l’Ente possa contare su risorse sufficienti e adeguate non solo per la manutenzione dei piani viari, ma anche per acquistare nuovi sistemi innovativi efficaci per contrastare il fenomeno delle collisioni con la fauna selvatica”. (153)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini