A Città di Castello i Carabinieri rinvengono e sequestrano, a casa di un 28enne del posto, 5 canne da pesca professionali in carbonio per un valore di quasi 10.000 euro

1Umbertide 2 gennaio 2020- I controlli straordinari del territorio, fortemente voluti dal Comandante Provinciale Col. Giovanni Fabi, in occasione delle festività di fine anno hanno dato i loro risultati in termini operativi. Sono state infatti particolarmente impegnative le festività appena trascorse per i Carabinieri della Compagnia di Città di Castello. Difatti, tra il 31 dicembre 2019 ed il 1° gennaio 2020, sono stati effettuati una serie di controlli straordinari del territorio nei Comuni di Città di Castello, Umbertide e San Giustino, che hanno peraltro visto il maggiore afflusso di persone nelle piazze per i festeggiamenti di fine anno. Le attività svolte dai Carabinieri, impegnati sul territorio con 12 pattuglie e 30 militari, sono state particolarmente proficue, permettendo alle famiglie di trascorrere regolarmente il capodanno.

Ad Umbertide infatti, i Carabinieri di quel Comando Stazione, nella notte del 1° gennaio, intervenuti presso alcuni locali all’interno dei quali si svolgeva una festa privata, hanno tratto in arresto un 25enne magrebino che, già colpito da un decreto di espulsione emesso dalla Questura di Rimini, si era intrufolato nei locali approfittando della confusione, cercando di asportare alcune giacche e borse lasciate incustodite. Prontamente raggiunto mentre cercava di darsi alla fuga dalle stesse vittime e dai Carabinieri immediatamente sopraggiunti, è stato arrestato e nella mattinata odierna sarà condotto presso il Tribunale di Perugia ove sarà processato con rito direttissimo.

Sempre ad Umbertide, i Carabinieri della Stazione di Trestina, nelle prime ore del 1° gennaio, nel contesto dei predetti controlli straordinari del territorio, hanno invece intercettato e tratto in arresto un 23enne di nazionalità albanese, su cui pendeva un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Perugia, dovendo il giovane scontare un residuo di pena pari ad un anno e nove mesi di reclusione per il reato di spaccio di stupefacenti commesso in Umbertide nell’anno 2019. Il giovane quindi è stato arrestato ed associato alla Casa Circondariale di Perugia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

1I Carabinieri della Stazione di Città di Castello invece, nella tarda serata del 31 dicembre, dopo un lungo appostamento hanno effettuato una perquisizione domiciliare a carico di un 28enne del posto, che ha permesso di rinvenire e sequestrare 5 canne da pesca professionali in carbonio, 3 segnalatori portacanna ed altro materiale professionale per un valore di quasi 10.000 euro, di cui il giovane, noto ai Carabinieri per i suoi pregiudizi penali, non ha saputo giustificare la provenienza. Difatti, a seguito di accertamenti, 2 canne complete ed 1 guadino, sono risultate asportate il 30 dicembre, in un annesso agricolo di Città di Castello località Baucca e già restituite dai Carabinieri al legittimo proprietario. Per il restante materiale, sono in corso accertamenti finalizzati a comprenderne la provenienza, considerato che non risultano presentate denunce ai Carabinieri di Città di Castello, a cui ci si può rivolgere per avere informazioni. (119)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini