E' un 33enne, elegantemente vestito, di ritorno da una festa, che appena è stato fermato ha immediatamente iniziato ad inveire contro i militari, poi ha colpito al volto con una testata uno dei militari. Dagli accertamenti sanitari è risultato positivo alla cocaina e all’alcool. Trivata ala guida ubriaca anche una ragazza Rumena di 36 anni

ARRESTAssisi, 3 gennaio 2020 – I serrati controlli disposti in occasione delle recenti festività hanno visto impegnati numerosi militari della Compagnia di Assisi. In particolare, nella notte appena passata sono stati disposti numerosi servizi notturni al fine di prevenire e reprime i fenomeni oramai più dilaganti e notevolmente pericolosi, come i recenti fatti di cronaca dimostrano, la guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. I militari dell’Aliquota Radiomobile alle prime luci dell’alba si sono imbattuti in un’autovettura con andatura incerta, dapprima hanno intimato l’alt con lampeggianti e sirene, ma l’automobilista ha imperterrito continuato la propria corsa fino ad arrivare in un cortile. Immediatamente i militari si sono accorti dello stato di alterazione dell’uomo, un 33enne della zona di Foligno, elegantemente vestito, di ritorno da una festa.

L’uomo immediatamente ha iniziato ad inveire contro i militari, rifiutando ogni tipo di collaborazione, vista la situazione i militari lo hanno invitato a salire a bordo dell’autovettura militare per proseguire i controlli in un posto più tranquillo e permettere così all’uomo di riaversi dal suo stato di eccitazione, ma con mossa repentina lo stesso ha colpito al volto con una testata uno dei militari e solo la pronta reazione dei due operanti ha evitato il peggio. L’uomo è stato immediatamente arrestato e sottoposto ai previsti accertamenti sanitari ove è risultato positivo alla cocaina e all’alcool con un tasso alcolemico pari quasi al doppio di quello consentito. L’arresto è stato convalidato e l’udienza rinviata nei prossimi giorni.

Sempre alle prime luci del mattino, nel transitare lungo la Via A. Diaz, i Carabinieri del Comando di Petrignano, notavano una vettura con tre persone a bordo che viaggiava con andamento incerto. Insospettiti fermavano la piccola automobile e ne controllavano gli occupanti., a bordo vi erano dei cittadini Albanesi e Rumeni residenti nell’Assisano,. I militari, notavano immediatamente che dall’autovettura proveniva un fortissimo odore di alcool e gli occupanti del mezzo parlavano e si muovevano in modo da far intendere un presumibile smodato uso di bevande alcoliche. Alla guida vi era una ragazza Rumena di 36 anni, che veniva accompagnata presso gli uffici del Comando Compagnia di Assisi per essere sottoposta ad accertamenti etilometrici con apposito strumento in dotazione.

Dagli esami eseguiti, risultava che la donna aveva un valore di alcol nel sangue pari quasi al doppio di quello consentito e che quindi è stata immediatamente segnalata alla Prefettura di Perugia per i dovuti provvedimenti da adottare.

I militari quindi ritiravano immediatamente la patente di guida della giovane.

  (175)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini