Il primo cittadino: “Raggiunto l’obiettivo di riportare Foligno al centro dell’attenzione. La città torna ad avere una centralità che non aveva più"

1Foligno, 10 gennaio 2020 – “Abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo posti in campagna elettorale: riportare Foligno al centro dell’attenzione perché la terza città dell’Umbria era poco considerata su tutti i versanti. Anche con la Vus abbiamo mostrato la nostra capacità decisionale”. Lo ha detto il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, nel corso della conferenza stampa in cui – presenti i componenti della giunta – ha fatto il bilancio dell’attività amministrativa svolta a partire dal suo insedimamento. Tra gli altri temi toccati dal sindaco, quello relativo alle case di edilizia residenziale sociale (recentemente è uscita la graduatoria provvisoria degli eventi diritto). “Voglio dire con molta chiarezza: su 337 persone aventi diritto ce ne sono 260 che non sono italiani – ha affermato – io dico: prima i cittadini italiani. Che devono avere il dovuto rispetto perché si verifica una ghettizzazione al contrario, è una situazione inaccettabile. Abbiamo potuto fare poco perché i regolamenti sono questi ma va fatta una battaglia a livello regionale”.

Zuccarini ha ringraziato gli assessori “per il loro impegno straordinario. Siamo più motivati: c’è il cambiamento” ricordando, tra l’altro, l’attività dell’amministrazione sul fronte della sicurezza. “L’ordinanza del “daspo urbano”, al di là delle polemiche, ha prodotto significativi risultati per evitare l’accattonaggio ed episodi di mocrocriminalità – ha detto – finanzieremo anche le telecamere in collegamento con gli enti preposti alla sicurezza”. Per quanto riguarda la sanità, Zuccarini ha ribadito l’impegno per “preservare l’eccellenza del nostro ospedale”. Per il personale del Comune, il sindaco ha rilevato che “pur nella carenza dell’organico, stiamo procedendo ai concorsi per la sostituzione dei dirigenti che andranno in pensione. Anche qui ci sarà un cambiamento perché nel giro di pochi mesi saranno nuovi 5 dirigenti su 7. Ricostituiremo una unità di pronto intervento di 10 unità”. Zuccarini – in assenza dell’assessore Elisabetta Ugolinelli – ha ricordato il provvedimento della Tari che “a causa della propaganda dell’opposizione ha portato ad un clima di sfiducia dei cittadini per cui, nella rimodulazione delle agevolazioni, al momento, solo 613 (di cui 44 morosi che non avranno, però, diritto alla riduzione dell’imposta) hanno fatto richiesta su una possibilità per 1775.

Per la Tosap ci sono state riduzioni fino 72%, lungo Corso Cavour. Per tutto il resto del centro storico, quindi entro le mura, è prevista l’applicazione della riduzione dell’8%. Fuori dal perimetro delle mura del centro storico la Tosap viene ridotta di circa il 19 per cento”. Il vicesindaco Riccardo Meloni, con delega ai lavori pubblici ha ricordato che “nei 6 mesi di lavoro dell’amministrazione, gli uffici tecnici hanno svolto numerosi interventi impiantistici che hanno riguardato le scuole, gli impianti sportivi, le strutture museali e gli altri fabbricati di proprietà comunale per un importo complessivo di circa 211mila euro”. Meloni ha fatto riferimento anche al cosiddetto decreto crescita che ha portato l’assegnazione di 170 mila euro al Comune di Foligno per interventi, in corso di realizzazione, che riguarderanno l’efficientamento energetico della centrale termica a servizio del palazzetto dello sport; l’efficientamento energetico della pubblica illuminazione mediante installazione di apparecchiature a tecnologia led in diverse vie e aree comunali; la scuola materna ed elementare di via Piermarini e l’edificio comunale di via Oberdan con la sostituzione di infissi e pannelli vetrati con altri a minor dispersione termica ed introduzione di schermature”. L’assessore all’urbanistica Marco Cesaro ha posto l’attenzione, tra l’altro, sugli interventi di manutenzione straordinaria degli uffici che ospitano l’area governo del territorio (Corso Cavour) e la rifunzionalizzazione degli spazi per ospitare il SUAPE per garantire una completa accessibilità degli spazi e rendere più funzionale lo spazio dedicato all’accoglienza dell’utenza per una spesa di 90mila euro con fondi comunali. Cesaro ha ricordato anche l’intervento per l’introduzione della piattaforma digitale Suape 3.0 per la gestione di tutte le istanze edilizie e commerciali presentate agli uffici.

Attraverso la piattaforma condivisa tra gli utenti (tecnici, cittadini coinvolti e Enti interessati) “potranno acquisire in tempo reale informazioni sullo stato della pratica – ha detto – e condividere le informazioni e le richieste inoltrate, garantendo una partecipazione condivisa e trasparente e partecipata dei processi autorizzativi e dei procedimenti attivati”. L’assessore Michela Giuliani ha ricordato la riattivazione della pagina social del Comune di Foligno con 51mila accessi nel periodo natalizio. “Abbiamo deciso di investire sul territorio e sul ‘turismo natalizio’ rendendo la nostra città viva, bella ed attrattiva – ha affermato – sia in centro storico che nelle periferie e frazioni montane, facendo volare ricettività, commercio e ristorazione. Abbiamo fatto vivere la città in ogni suo angolo, grazie ai tanti eventi proposti dalle associazioni e soprattutto all’eleganza delle luminarie ed alla grande novità delle installazioni luminose, abbiamo potuto creare dei veri e propri “percorsi luminosi” – studiati ad hoc – e che hanno fatto sì che folignati e visitatori passeggiassero per l’intera città alla scoperta delle sue bellezze. Per la prima volta il Comune si è fatto cabina di regia, coordinando le iniziative, e per la prima volta è stato realizzato un calendario unico del Natale, che ha racchiuso tutti gli eventi e le iniziative promosse da associazioni e privati presenti nel territorio”. L’assessore Decio Barili ha fatto il resoconto delle attività svolte nell’ambito delle deleghe del suo assessorato. Per l’ambiente, tra l’altro, verrà valorizzato – con risorse aggiuntive (40mila euro) rispetto a quelle precedentemente stanziate – il Centro Riuso da realizzare, in cofinanziamento con la regione Umbria – in adiacenza alla stazione ecologica de La Paciana con l’obiettivo di ridurre in origine i rifiuti prodotti. Barili ha sottolineato che, per la cultura, è stata realizzata una grande mostra in città dal titolo “LEONARDO IN 3 D”. Sono stati implementati i rapporti con la “Coopculture”, per potenziare attrattività e funzionalità del Polo Museale Cittadino   che – ha osservato l’assessore – nel secondo semestre 2019 “ha consolidato un trend di crescita rispetto all’anno precedente, con incremento di ingressi ai siti culturali di oltre il 25%”. Per lo sport a Foligno si sono svolte gare di livello nazionale (ju jitsu, ginnastica artistica, kung fu, boxe amatoriale) oltre all’accordo per lo svolgimento di importanti eventi nazionali di danza sportiva.

L’assessore Paola De Bonis ha messo in rilievo, tra l’altro, l’attivazione di alcune iniziative sul tema della lotta alla violenza sulle donne per diffondere la cultura di genere e prevenire la violenza contro le donne, tra cui quella del 26 novembre, “culminata con una toccante testimonianza di una donna vittima di violenza e il successivo corteo dei ragazzi per le vie della città fino alla panchina rossa di viale Mezzetti”. La De Bonis ha toccato anche il tema della morosità nel settore della ristorazione scolastica – “i mancati pagamenti ammontano a circa 200mila euro” – con l’intenzione di procedere ad un nuovo sistema per la gestione del servizio dal punto di vista normativo e dal punto di vista operativo. Si procederà tramite istanza on line e sta per partire “un nuovo strumento (il borsellino elettronico) – ha annunciato – che consentirà il pagamento on line dei servizi mensa e nidi”. L’assessore alle politiche sociali, Agostino Cetorelli, ha ricordato che il Comune di Foligno ha aderito al network nazionale ‘Comuni amici della famiglia’ e, ad oggi, risulta iscritto al “Registro dei soggetti pubblici e privati amici della famiglia”. Cetorelli ha sottolineato l’accordo con la Caritas diocesana per aiutare la marginalità estrema: “Si vanno ad implementare e potenziare i servizi di supporto, in risposta ai bisogni primari come distribuzione viveri e indumenti, cura e igiene della persona (docce e barbieria), mensa ed emporio della solidarietà, accoglienza notturna (dormitori), cure mediche (dentista), centri residenziali di accoglienza, oltra al supporto per le spese funerari. Il protocollo ha validità fino al 31 dicembre 2020, rinnovabile in presenza di nuove risorse”. Cetorelli ha accennato, inoltre, al supporto per i disabili: “Per il trasporto delle persone disabili ai centri socioriabilitativi saranno destinati 135mila euro, rispetto a 50mila di prima”. Cetorelli ha osservato che “l’amministrazione attuale ha investito nel settore sociale 355mila euro in più rispetto alla giunta precedente”. (175)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini