Nove donne su dieci effettuano uno screening preventivo. Il dato è superiore alla media nazionale

1Perugia, 18 gennaio 2020 –Dalla Associazione Vegani Italiani – Sez. Umbria- riceviamno e pubblichiamo. Crediamo che l’abbattimento di cinghiali, come è accaduto all’aeroporto di Sant’Egidio, non costituisca la misura migliore da adottare. E’ vero che va considerato seriamente il pericolo sia in fase di decollo che di atterraggio ma non si può di certo affidare la soluzione del problema a gruppi dediti all’attività venatoria senza alcun coinvolgimento delle associazioni che si occupano nel territorio della tutela animale.

Sarebbe bastato catturare gli esemplari e spostarli in altro ambito a loro più idoneo o in qualche struttura predisposta all’accoglienza. Va anche aggiunto che non ci sarebbe stato alcun incremento di cinghiali se non fossero stati immessi, negli anni passati, esemplari, tra l’altro non auctoctoni, con lo specifico scopo della riproduzione e del soddisfacimento delle esigenze proprio di chi da uccisioni ne può ricavare profitto. L’abbattimento non risulta la via più efficace per il contenimento e il controllo delle varie specie. Di sicuro è la più facile e sbrigativa, ma non per questo la più credibile. (152)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini