Iniziativa organizzata dal Collegio di Perugia per invitare gli studenti a iscriversi al Cat. Informazioni sull’attività e sugli sbocchi professionali nell’ambito del progetto Georientiamoci

1Perugia, 23 gennaio 2020 – La figura professionale del geometra è in continua evoluzione ed è cambiata nel corso degli anni anche grazie all’arrivo di nuovi strumenti e all’utilizzo delle moderne tecnologie. Per far conoscere questa professione e far capire le opportunità lavorative che offrirà nel futuro, giovedì 23 gennaio si è tenuto un incontro tra i ragazzi delle seconde e terze classi della scuola secondaria di primo grado di San Martino in Campo e i geometri Simone Armadi e Willy Longo. “Lo scopo – ha dichiarato Giampiero Grossi, presidente dell’Associazione geometri Media Valle del Tevere e referente del progetto Georientiamoci per il Collegio dei geometri di Perugia – è quello di far conoscere agli studenti quello che fa il geometra nel quotidiano. Vogliamo far vedere loro quali sono i nuovi strumenti tecnologici della nostra professione, dalle fotocamere ai droni per arrivare ai termografi, e sensibilizzarli su un’attività che è poliedrica, vasta e che dà delle prospettive di lavoro importanti”.

“Il geometra – ha commentato Enzo Tonzani, presidente del Collegio dei geometri della provincia di Perugia – cerca di aggiornarsi in continuazione per stare al passo con i tempi, cerca di capire i cambiamenti e a questi si adegua. È un professionista che sta a contatto con le persone e punto di congiunzione fra il cittadino e le Pubbliche amministrazioni. Questa unione ci sarà sempre, anche nel futuro”. L’incontro, organizzato dal Collegio dei geometri della provincia di Perugia, rientra nel progetto Georientiamoci promosso a livello nazionale dalla Fondazione geometri italiani per invitare gli studenti della scuola media a iscriversi all’indirizzo scolastico Cat (‘Costruzioni, ambiente e territorio’, ex geometri).

“La riforma scolastica – ha proseguito Tonzani – ha modificato il nome di queste scuole, e quindi legare questo nome all’attività professionale del geometra non è facile. Il nostro obiettivo è quello di farci conoscere, spiegare la nostra professione e le possibilità che il geometra ha oggi nella società. Ci siamo messi al servizio della collettività informando i giovani e le loro famiglie. Della professione di geometra si può ancora vivere e si può pensare di costruire un futuro con una famiglia”. “È un incontro importante – ha spiegato Alessia Battistelli, insegnante e referente di plesso della scuola di San Martino in Campo –, soprattutto in questo momento in cui gli studenti devono prendere una decisione per il loro futuro scegliendo quale indirizzo scolastico adottare. Le dimostrazioni che seguiranno sono di fondamentale importanza”. (496)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini