PROCESSIONE E SOLENNE PONTIFICALE IL 9 FEBBRAIO

1Terni 28 gennaio 2020 – “Per amore, dalle relazioni ferite alle relazioni risanate” è il tema proposto dalla diocesi e dal comitato per i festeggiamenti in onore di San Valentino, in occasione della festa del patrono di Terni e dell’amore e copatrono della Diocesi Terni-Narni-Amelia. «Le feste dei santi patroni sono occasione provvidenziale per le persone e per la comunità diocesana per rafforzare la fedeltà al Signore e la comunione ecclesiale – ricorda il vescovo Giuseppe Piemontese -. Fare memoria della testimonianza del martirio e della specificità del carisma dei nostri patroni è la via della comunicazione del Vangelo ai nostri giorni. Gli eventi celebrativi, che proponiamo, vogliono coinvolgere sempre di più la città e sottolineare gli aspetti legati alla spiritualità di san Valentino e all’attualità di oggi.

2San Valentino ha dato una testimonianza suprema di amore attraverso il martirio, attraverso tutta la sua lunga esistenza a testimonianza di amore per Dio, per gli uomini e in modo particolare nei confronti dei giovani, degli innamorati, della famiglia noi. Vogliamo conservare ed evidenziare questi aspetti particolari mettendo al centro dei festeggiamenti di quest’anno la famiglia nelle relazioni interne, che spesso sono relazioni ferite e che è difficile ricomporre. Non vogliamo soltanto prendere atto di una situazione di difficoltà, di crisi, di disagio, ma vogliamo anche offrire una proposta su come queste relazioni ferite si possono risanare».

 Le celebrazioni liturgiche

3Sabato 8 febbraio alle ore 20.30 la fiaccolata-pellegrinaggio dei giovani, dei gruppi sportivi, gruppi parrocchiali della diocesi, insieme ai rappresentanti dei movimenti e associazioni giovanili e all’intera comunità diocesana, per accompagnare il trasferimento dell’urna del Santo Patrono dalla basilica di San Valentino in Cattedrale. La processione partirà dal sagrato della basilica di San Valentino e proseguirà lungo via papa Zaccaria, via San Valentino, via Menotti Serrati, via Turati, corso del Popolo, via dell’Annunziata, via del Vescovado, piazza Duomo. In cattedrale la conclusione della processione con la breve preghiera del vescovo padre Giuseppe Piemontese..

 Domenica 9 febbraio, festa diocesana di San Valentino, alle ore 10 in Cattedrale a Terni, solenne pontificale presieduto dal vescovo Giuseppe Piemontese con i sacerdoti, i diaconi, le associazioni, i movimenti ecclesiali, alla presenza dei rappresentanti delle massime Istituzioni civili cittadine e regionali, autorità militari.

Il solenne pontificale sarà preceduto dall’accoglienza da parte del vescovo del corteo delle Istituzioni e i sindaci dei Comuni della Diocesi, con i rispettivi gonfaloni, che partirà da palazzo Spada alle 9.45.

Durante il pontificale si svolgeranno due segni particolari: i rappresentanti delle parrocchie di Terni offriranno un cero al Santo Patrono e il sindaco Leonardo Latini accenderà la lampada votiva e pronunzierà l’atto di affidamento della città al Santo Patrono.

Terminato il pontificale, alle ore 11.30 la cerimonia proseguirà con la processione per accompagnare, nella preghiera, l’urna di San Valentino per le vie della città verso la basilica seguendo il percorso:  piazza Duomo, via Aminale, corso del Popolo, piazza Ridolfi, piazza Europa, via Garibaldi, rotonda Filipponi, via Piave, rotonda M.L.King, strada delle Grazie, via fratelli Cervi, via G.M. Serrati, via San Valentino, via papa Zaccaria, basilica di San Valentino. Sul sagrato della chiesa ci sarà la benedizione conclusiva del Vescovo.

Per favorire la partecipazione al solenne pontificale, in cattedrale e alla successiva processione, dalle ore 9.30 alle ore 12 di domenica 9 febbraio non sono celebrate le messe nelle chiese della città di Terni.

«La processione con l’urna del Santo– spiega il vescovo – vuole essere un ulteriore segno della vicinanza di Valentino alle nostre famiglie, alle nostre case e alla nostra città, bisognosa di grazia e di forza spirituale e morale. Ed è anche una espressione di fede e di amore per il Santo manifestata pubblicamente nella processione della gente, che invito ad addobbare e accendere lumi lungo la strada dove passerà la processione».

 Venerdì 14 febbraio, memoria di san Valentino, alle ore 11 nella basilica di San Valentino concelebrazione presieduta dal vescovo Giuseppe Piemontese e a seguire benedizione della vetrata n.6 realizzata dagli studenti del Liceo Artistico di Terni, donata dal Lions Club San Valentino di Terni.

 Domenica 16 febbraio alle ore 11 nella basilica di San Valentino, celebrazione della Festa della Promessa dei fidanzati presieduta dal vescovo Giuseppe Piemontese.

 Prospettive a confronto sulla Famiglia

Primo appuntamento della riflessione dedicata alla famiglia, promossa dal comitato per i festeggiamenti in onore di San Valentino, sarà il 1 febbraio alle ore 17.30 al Museo diocesano, “Quale cambiamento nelle relazioni intrafamiliari” Intervengono: dott. Francesco Belletti docente di Politica sociale e di Sociologia della famiglia Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dott.ssa Simona Coccetta Servizi statistici Comune di Terni,  dott.ssa Carla Collicelli – CNR-ITB Roma, Segretariato ASviS

Secondo incontro giovedì 13 febbraio ore 17.30 Museo diocesano, “Quali vie per relazioni familiari risanate”. Intervengono: Don Paolo Gentili, incaricato  dell’Ufficio di pastorale familiare  della Conferenza Episcopale Toscana; Coniugi Proietti Pierluigi e Gabriella  collaboratori dell’Ufficio nazionale per la pastorale della famiglia della Cei;  Casa della tenerezza Perugia, Equipe Amoris laetitia Terni.

Terzo appuntamento venerdì 3 marzo ore 17.30 Museo diocesano, “Relazioni virtuose tra economia, sviluppo e bene comune”. Il contributo di Terni come anteprima all’evento mondiale di Assisi “The economy of Francesco” del 26-28 marzo 2020.
Intervengono: suor  Alessandra Smerilli  docente ordinario di Economia Politica alla Facoltà “Auxilium” di Roma, Avv. Francesca Di Maolo  presidente dell’Istituto Serafico di Assisi  e Team Giovani.

 Il contest Giovani

Dopo il grande successo dello scorso anno, il Servizio di Pastorale Giovanile della diocesi di Terni-Narni-Amelia propone la seconda edizione del contest Fatti sentire!!!  dedicata al tema “Ama e dona la vita!”, che si lega alla festa di San Valentino patrono dell’amore e della città di Terni e all’VIII centenario del martirio dei Protomartiri francescani originari della valle ternana, uccisi in Marocco nel 1220.

Il candidato dovrà realizzare un prodotto artistico inedito che esprima il proprio punto di vista sul tema: “Ama e dona la vita!” scegliendo il linguaggio che preferisce tra scrittura, musica, fotografia e videomaking.

Il contest è aperto a tutti i ragazzi di età compresa tra i 14 e i 30 anni, residenti o domiciliati nel territorio della provincia di Terni o iscritti ad un istituto scolastico, università, comunità presente sul territorio della diocesi di Terni-Narni-Amelia.

Gli elaborati partecipanti alle quattro categorie saranno valutati da una giuria nominata dall’organizzazione del contest che determinerà una classifica basandosi sulla propria sensibilità artistica e umana e sulla propria competenza tecnica. I vincitori saranno annunciati il 16 febbraio nel corso di una serata evento inserita nell’ambito dei festeggiamenti in onore del patrono di Terni San Valentino. Ciascun vincitore riceverà un buono spesa del valore di €500,00.

Il contest è realizzato nell’ambito degli eventi per la festa di San Valentino con il contributo della Fondazione Carit.

Per saperne di più https://www.pastoralegiovanileterni.it/fattisentire2020/

 La festa del patrono della città di Terni,

San Valentino è per la comunità cittadina un’occasione per riflettere sull’identità della città alla luce della testimonianza di san Valentino che ha plasmato cristianamente la città di Terni durante il suo lungo ministero episcopale, durato, secondo la tradizione, ben 76 anni, come maestro di questa città, padre dei poveri e dei giovani innamorati, di custode dell’amore, del matrimonio, della famiglia, ma anche di testimone fino al martirio della coerenza alla fede, della libertà religiosa, del dialogo interreligioso, della cura e preoccupazione per la città. Da Terni, ancora oggi, parte il messaggio di san Valentino: l’amore vero, fedele ed eterno è possibile anche ai nostri giorni alimentato e protetto quotidianamente dall’umiltà, dalla fede in Dio, dalla preghiera costante, dalla pazienza  e dal continuo perdono.

 BREVE BIOGRAFIA DI SAN VALENTINO

S.Valentino, cittadino e vescovo di Terni dal 197, divenuto famoso per la santità della sua vita, per la carità ed umiltà, per lo zelante apostolato e per i miracoli che fece. Venne invitato a Roma da un certo Cratone, oratore greco e latino, perché gli guarisse il figlio infermo da alcuni anni. Guarito il giovane, lo convertì al cristianesimo insieme alla famiglia ed ai greci studiosi di lettere latine Proculo, Efebo e Apollonio, insieme al figlio del Prefetto della città. Imprigionato sotto l’Imperatore Aureliano fu decollato a Roma. Era il 14 febbraio 273. Il suo corpo fu trasportato a Terni al LXIII miglio della Via Flaminia. Fu tra i primi vescovi di Terni, consacrato da S.Feliciano vescovo di Foligno nel 197. Preceduto da S.Pellegrino e S.Antimo, fratello dei SS.Cosma e Damiano. Le sue spoglie furono sepolte sulla collina di Terni, al LXIII miglio della Via Flaminia, nei pressi di una necropoli.

Sul luogo sorse nel IV secolo una basilica nella quale attualmente sono custodite, racchiuse in una teca, le reliquie del santo: pare che esse siano state portate nella città dai tre discepoli del filosofo Cratone, Apollonio, Efebo e Procuro, convertiti dal futuro santo, e che per questo motivo siano stati martirizzati.

(120)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini