20200126_062430Spoleto, 28 gennaio 2020 – In località Colle Fabbri del Comune di Spoleto a seguito di segnalazione da parte di un cittadino nei confronti di un veicolo sospetto con a bordo un cacciatore, presunto autore di abbattimenti di animali protetti, sono stati svolti mirati servizi antibracconaggio da parte di più pattuglie dei Carabinieri Forestale.

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Spoleto e Cerreto di Spoleto dopo vari servizi, coglievano in flagranza di reato un soggetto identificato quale C.G., intento ad uccidere avifauna protetta (fringuelli). A seguito perquisizione personale, si rinvenivano n. 4 esemplari di fringuello abbattuti (Fringilla Coelebs). Successivamente veniva estesa la perquisizione all’abitazione dove venivano rinvenuti all’interno di n. 2 congelatori, n. 170 esemplari della stessa specie.

A carico del Sig. C.G. veniva contestato il reato di esercizio venatorio con abbattimenti e detenzione di avifauna morta non cacciabile, di cui all’Art. 18 della Legge n. 157/1992, sanzionato dall’art. 30 c.1 lett. “h” della stessa legge. (114)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini