In manette un 57enne incensurato, pensionato che, per cause ancora non chiare, ha tentato di strangolare la mamma 82enne. Lo ha fatto desistere dall'insano gesto il padre 82enne, che ha chiamato i carabinieri.

30.1.2020 Cap. G. PalermoCittà di Castello, 30 gennaio 2020 – Nel tardo pomeriggio odierno, i Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, guidati dal Capitano Giovanni Palermo, hanno proceduto ad un arresto in flagranza per tentato omicidio. Verso le 16 infatti, nel centro tifernate, un 57enne incensurato, pensionato, per cause ancora non chiare, ha tentato di strangolare la mamma 82enne, costretta a letto per gli esiti di un grave ictus.

Interrotto nel suo intento dall’anziano padre, 82enne anch’egli, presente in casa, l’uomo ha dapprima cercato di fornire vaghe giustificazioni al genitore, quindi ha chiamato il 112 confessando quanto avesse commesso poco prima.

I Militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia, che hanno proceduto di concerto con la Stazione di Città di Castello, sono intervenuti in pochissimi minuti. Entrati in casa, sull’uscio, hanno trovato il 57enne che li attendeva e che li ha condotti verso l’anziana madre stesa sul letto che respirava a fatica. Prestato il primo soccorso alla donna è stato richiesto l’intervento immediato di un’autoambulanza del 118 che, giunta poco dopo, ha condotto la donna all’ospedale di Città di Castello dove si trova tuttora ricoverata, non in pericolo di vita.

Sulla scorta delle investigazioni svolte dai militari, immediatamente rapportate al PM di turno presso la Procura della Repubblica di Perugia, il 57enne è stato dichiarato in arresto per l’ipotesi di reato di tentato omicidio aggravato in danno di un ascendente, quindi tradotto alla Casa Circondariale di Perugia a disposizione della magistratura procedente. (146)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini