l guasto irreversibile verificatosi a novembre 2019, che ha indotto la società Saba a fermare e chiudere le scale mobili. Nei prossimi giorni nei prossimi giorni sarà un'impresa, in via sperimentale, a permettere l’accesso agevole al centro della città

DSC_0034Assisi, 31 gennaio 2020 – L’Amministrazione comunale, come già comunicato a mezzo stampa, è al lavoro per trovare soluzioni sia a breve che a lungo termine per il problema del guasto alle scale mobili di Porta Nuova. Visto il sopraggiungere del termine tecnico della ‘vita utile’ della scala mobile l’Amministrazione Proietti (settore opere pubbliche) aveva da tempo intrapreso un percorso di analisi finalizzata alla progettazione volto al rinnovo del sistema di “risalita meccanizzata” con l’obiettivo (non secondario) dell’abbattimento delle barriere architettoniche.

Il guasto irreversibile verificatosi a novembre 2019, che ha indotto la società Saba a fermare e chiudere le scale mobili per garantire la sicurezza dei cittadini, ha impresso una necessaria accelerazione ai tempi a seguito della quale l’Amministrazione comunale ha deciso di risolvere in due fasi il problema delle scale mobili fuori servizio.

La soluzione immediata di tipo gestionale, che sarà intrapresa nei prossimi giorni in via sperimentale, permetterà l’accesso agevole al centro della città.

“È una soluzione simile a quanto già intrapreso in passato quando furono eseguiti i lavori e il parcheggio di Porta Nuova fu completamente chiuso per un anno – afferma il vicesindaco Stoppini con delega ai parcheggi -. In pratica i bus turistici diretti a Porta Nuova effettuano il check point al parcheggio e poi possono scegliere di arrivare fino a Largo Properzio per la sola operazione di scarico dei passeggeri”.

Quindi i bus continueranno a fermarsi al parcheggio di Porta Nuova, effettuando solo lo scarico a Largo Properzio con opportuna regolazione del flusso in modo da ridurre al minimo le interferenze. I passeggeri potranno risalire sugli autobus nel parcheggio di Porta Nuova dove i bus sosteranno, come sempre. Alle stesse condizioni sarà possibile far dirigere gli autobus e quindi far scendere i passeggeri anche nel parcheggio di Piazza Matteotti.

“E’ ovvio che si tratta solo di una soluzione transitoria sperimentale, intrapresa con la collaborazione di Saba per la gestione dei flussi – conclude Stoppini – perché l’Amministrazione è già al lavoro per risolvere definitivamente il problema dell’accesso meccanizzato al centro per chi parcheggia a Porta Nuova.”

Su questo punto interviene l’assessore alle Opere Pubbliche Alberto Capitanucci: “La soluzione definitiva individuata dall’Amministrazione si articola in due step: il primo passo sarà la rigenerazione (sostituzione integrale) delle scale mobili esistenti dal momento che in seguito al guasto non è possibile procedere solo con una manutenzione. Come noto, in prima istanza si era valutato di effettuare una riparazione, tant’è che erano stati destinati a ciò 150 mila euro in

 

  (106)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini