Denunciati due cittadini romeni di 22 e 32 anni, domiciliati a Perugia

1Gualdo Tadino, 31 gennaio 2020 – I Carabinieri della Stazione di Gualdo Tadino, nell’ambito dei mirati servizi finalizzati a reprimere il fenomeno dei furti, hanno ieri identificato e denunciato due cittadini romeni di 22 e 32 anni, domiciliati a Perugia, perché trovati in possesso di strumenti atti allo scasso.

Militari in borghese hanno notato una Fiat Punto, con a bordo un giovane, parcheggiata in via Verdi di Gualdo Tadino, nei pressi della pista ciclabile; poco più lontano, hanno visto un altro ragazzo che si aggirava fra le autovetture parcheggiate guardandovi all’interno. A quel punto, prontamente, sono intervenuti in supporto altri Carabinieri della locale Stazione.

I due sono stati fermati e sottoposti a controllo. Gli operanti, insospettiti dal nervosismo mostrato, nonostante uno dei due cercasse di giustificare la presenza in quel luogo per un incontro con un non meglio identificato conoscente, hanno proceduto alla loro perquisizione. L’attività ha permesso di rinvenire, occultata all’interno di uno zaino riposto nel bagagliaio, una “mecchia”, punta da trapano per legno con terminale piatto, strumento verosimilmente utilizzato per forzare le serrature delle portiere delle automobili. Per i due giovani, già gravati da precedenti di polizia per furto, è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Perugia per possesso ingiustificato di strumento idoneo allo scasso e, nel contempo, è stata avviata nei loro confronti la procedura amministrativa per il divieto di ritorno nel comune di Gualdo Tadino.

  (101)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini