Avrà la durata di 6 ore con tre sessioni: si svolgerà il 6 febbraio (dalle ore 14 alle 19) e l’8 febbraio dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 19 presso il palazzo comunale

1SPELLO, 3 febbraio 2020  – Non solo attività volte a portare alla ribalta i valori e i simboli della nostra Repubblica, e che comunque rimangono il filone principale di tutta l’attività dell’associazione Ancri (Associazione Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana) sezione Foligno/Valle Umbra, ma altre iniziative importanti di crescita come ad esempio l’organizzazione del 1° corso di medicina tattica b-con per il conseguimento dell’attestato stop of the bleed and b-con, per la prima volta in Umbria.

“Avremo partecipanti che arriveranno dalla Sicilia, Campania, Sardegna, Emilia Romagna, Lazio, Trentino, Marche e Puglia – spiega il presidente dell’Ancri, Gianluca Insinga – I posti che avevamo a disposizione sono terminati da tempo. Si tratta di una opportunità reputata molto interessante e, quindi, c’è stata la corsa ad accaparrarsi la possibilità di partecipazione”.

Il Corso di medicina tattica b, che ha avuto il patrocinio del Comune di Spello e che sarà tenuto da istruttori l’American College of Emergency Physician, avrà la durata di 6 ore con tre sessioni: si svolgerà il 6 febbraio (dalle ore 14 alle 19) e l’8 febbraio dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 19 presso il palazzo comunale, sala Petrucci a Spello in piazza della Repubblica. Il corso, ricordiamo, è rivolto a Forze dell’ordine ed enti di soccorso, come Croce Rossa e Protezione civile.

La medicina tattica è quella branca dell’emergenza, applicata a scenari dove i soccorsi ordinari sono assenti o impossibilitati ad intervenire e introducono tecniche e strategie salvavita basate su evidenze tattiche e scientifiche. Il corso B-Con è pensato per coloro che, pur avendo poco o nessun addestramento medico, potrebbero trovarsi a dover prestare soccorso a ferimenti traumatici con emorragie massive in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

  (565)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini