Il convegno, organizzato dal direttore dell’Oculistica dell’Ospedale di Terni dottor Enrico Poddi, si svolgerà sabato 15 febbraio al Museo Diocesano

1Terni,   12 febbraio 2020 – Sabato 15 febbraio le prestigiose sale del Museo Diocesano di Terni ospiteranno un convegno medico sulle vecchie e nuove sfide in oftalmologia (ore 8-18, via XI Febbraio 4), promosso dal dottor Enrico Poddi, direttore della struttura complessa di Oculistica dell’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni. L’evento intende fare il punto sull’approccio terapeutico di alcune gravi e frequenti patologie dell’apparato visivo alla luce delle nuove terapie mediche e dei presidi chirurgici oggi disponibili, avvalendosi del contributo  di circa quaranta  professionisti del settore provenienti da tutta Italia. All’ordine del giorno glaucoma e chirurgia filtrante e mininvasiva (MIGS), ulcera corneale, lussazione del cristallino, edema maculare, distacco della retina e laser micropulsato.  Vecchie e nuove sfide, appunto, che,  rispetto alle malattie dell’apparato visivo spaziano dalla prevenzione alla diagnosi, dalla  terapia alla riabilitazione, e attorno alle quali si articoleranno tavole rotonde per valutare casi di studio ed esperienze mediche.

Tra i primi argomenti che saranno trattati ci sarà il glaucoma, malattia che rappresenta la seconda causa di cecità nel mondo e che colpisce fino all’8-10% della popolazione: la vecchia tecnica chirurgica (trabeculectomia), associata a nuovi farmaci è ancora il gold standard e sarà valutata rispetto all’impianto di nuovi stent filtranti, che assicurano un minor trauma chirurgico ma non necessariamente la stessa efficacia della tecnica chirurgica tradizionale sul progredire della patologia glaucomatosa.  Si parlerà inoltre di distacco di retina, una patologia grave,  sia di natura traumatica sia secondaria ad altre patologie, che richiede un’attività chirurgica importante e che rappresenta un evento trasversale e quasi giornaliero, e di foro maculare, altra patologia della retina che oggi finalmente si può operare con ottimi risultati.

E infine si parlerà di degenerazione maculare senile, una patologia in crescita esponenziale e ad alto impatto sociale ed economico, che richiede farmaci costosi e somministrazioni molto frequenti (fino a 60-70 trattamenti a settimana nella struttura di Terni). Anche in questo caso verranno analizzate le nuove terapie mediche e la loro gestione ospedaliera, nonché le terapie con nuovi laser e metodiche e soluzioni innovative, specialmente per i pazienti che non rispondono alle classiche terapie intravitreali.

L’evento si rivolge a medici di  medicina generale, oculisti, oftalmologi, infermieri e ortottisti (crediti Ecm), è gratuito ed è patrocinato da Comune di Terni, Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni, USL Umbria 2, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Terni. (144)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini