L'autore è stato multato con €. 600,00 come previsto dalla normativa vigente per abbandono di rifiuti urbani pericolosi e non pericolosi

2S. ANATOLIA DI NARCO, 18 febbraio 2020 –  L’attività di controllo del territorio e di salvaguardia dell’ambiente in senso lato ha consentito al personale della Stazione Carabinieri Forestale di S. Anatolia di Narco di individuare numerosi abbandoni di rifiuti in area boscata. Il 21 gennaio scorso, era stata segnalata al  Sindaco del Comune di Sant’Anatolia di Narco la violazione di cui all’art. 192 del D.Lgs 152/06 per abbandono di rifiuti speciali non pericolosi sul suolo a carico di ignoti; lo stesso provvedeva senza ritardo alla loro rimozione e al loro regolare smaltimento.

1Tuttavia l’attività controllo del territorio anche mediante servizi mirati ed appostamenti successi alla rimozione dei suddetti rifiuti è continuata, accertando il 9 febbraio scorso nuovi abbandoni, stavolta classificati come urbani pericolosi e non pericolosi depositati in maniera incontrollata, sempre nello stesso sito posto sulla scarpata di valle della Strada Provinciale nr. 469 denominata “Comunale di Grotti”, in località Collecomprato. Tali rifiuti erano attrezzature varie, vestiti di vario utilizzo, RAEE di vari generi, plastica di varia natura e cartacce. 

In particolare era rinvenuta, per rotolamento da monte a valle, documentazione riferibile al probabile autore dell’abbandono di rifiuti. Venivano così esperite ulteriori indagini ed accertamenti che portavano ad identificare l’autore dell’illecito, tale L.S., che messo alle strette ammetteva la propria responsabilità e veniva dunque sanzionato con verbale amministrativo per un importo di €. 600,00 come previsto dalla normativa vigente per abbandono di rifiuti urbani pericolosi e non pericolosi sul suolo.

.

  (100)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini