Gli anomali movimenti dell’uomo erano stati segnalati ai militari da parte di vari cittadini che avevano indicato anche i luoghi nei quali il ragazzo era solito incontrare i clienti

1Assisi, 20 febbraio 2020 – Sempre alta l’attenzione dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Assisi, comandato dal Luogotenente C.S. Bruno LEO, nei confronti dell’ormai dilagante fenomeno dello spaccio di stupefacenti. E’ di questi giorni l’ultima operazione di servizio condotta dai militari dell’Aliquota Operativa, che si è conclusa con l’arresto di un venticinquenne albanese in Italia da solo cinque giorni. Gli anomali movimenti dell’uomo erano stati segnalati ai militari da parte di vari cittadini che avevano indicato anche i luoghi nei quali il ragazzo era solito incontrare i clienti. Sono stati quindi predisposti tutta una serie di servizi di appostamento che hanno permesso di arrestare il giovane in flagranza di reato, immediatamente dopo la cessione di una dose di cocaina nei confronti di un cliente che, identificato, è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo come assuntore di stupefacenti.

Le successive perquisizioni effettuate hanno portato al sequestro sia della dose di cocaina appena ceduta al cliente, che delle ulteriori in possesso dello spacciatore il quale, di li a poco, le avrebbe verosimilmente vendute agli altri clienti che si sarebbero susseguiti negli acquisti. Oltre allo stupefacente, è stata sequestrata una discreta somma di denaro ritenuta il provento dell’attività di spaccio di cocaina condotta dall’arrestato, giudicato con rito direttissimo il giorno seguente. Difatti, di fronte all’evidenza delle prove, il Giudice ha concordato con l’operato dei militari convalidando l’arresto dell’albanese e prestando il proprio consenso per l’immediata espulsione dal territorio nazionale.

L’albanese era in Italia italiano da soli cinque giorni grazie al visto di ingresso trimestrale. Nonostante ciò, era riuscito nel brevissimo tempo, a reperire una autovettura; la cocaina ed una nutrita schiera di clienti ai quali cedere lo stupefacente, dando così il vita ad una intensa attività di spaccio, interrotta grazie all’intervento provvidenziale dei militari della Compagnia Carabinieri di Assisi.

L’arresto si colloca all’interno della quotidiana attività di intelligence, condotta quotidianamente dai militari dell’Arma e diretta in via primaria al contatto con la popolazione la quale, molto sensibile al fenomeno dello spaccio di stupefacente, ben si presta a fornire informazioni per individuare i molteplici spacciatori presenti nel territorio. E’ con questa metodologia di lavoro che negli ultimi anni, i Carabinieri della Compagnia di Assisi hanno portato a termine varie operazioni di servizio tra le quali si ricordano la “Black Channel”; la “San Martino” e la “Cocktail”, con le quali sono state individuate e debellate, varie organizzazioni dedite all’importazione ed allo spaccio nel territorio perugino ed assisano, di rilevanti quantitativi di cocaina.

 

 

  (122)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini