Servizio a cura di ANDREA PIERMARINI
Cento visitatori giornalieri per due settimane. La mostra ha chiuso i battenti sabato 15 febbraio

20200201_190347_resized_2FOLIGNO, 20 febbraio 2020 –  – In attesa che il Carnevale dei ragazzi di Sant’Eraclio domenica 23 febbraio scandisca il suo fantasmagorico epilogo di allegorie, maschere, giochi pirotecnici e già tempo di stilare i primi bilanci. Oltre allo straordinario successo di pubblico riscosso dai Corsi mascherati, gli organizzatori sono entusiasti anche per il crescente interesse che ha suscitato la “Collettiva di Arte Contemporanea” all’ex Teatro Piermarini, che dopo due settimane, ha chiuso i battenti sabato 15 febbraio. “Le presenze sono raddoppiate rispetto all’anno scorso, con una media dai 60 ai 100 visitatori giornalieri.

2Un altro elemento che ci inorgoglisce sono i 150 giovani che hanno visitato sia i 70 manufatti prodotti dai ragazzi delle 8 cooperative sociali (Seriana 2000, La Locomotiva, Ellelle, La Serra, La Semente, Il Cad, Tutti i colori del mondo, l’Oasi) e dagli allievi dei tre gradi scolastici (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) dei plessi di Sant’Eraclio e Sterpete dell’Istituto statale comprensivo “Galilei” Foligno 3 e le opere dei 58 artisti tra scultori e pittori che hanno espresso la loro visione del periodo più pazzo dell’anno e anche le composizioni floreali degli Amici del Bonsai di Foligno. Questi dati, sostengono i curatori della mostra Roberto Mosconi e il professore Ugo Lucidi confermano la validità del percorso avviato tre anni orsono”.

3“Tutti i soggetti coinvolti con il loro appassionato impegno hanno consentito sia a noi promotori che ai turisti – dichiara Roberto Mosconi – di poter vivere una notevole esperienza umana all’insegna dell’allegria della bellezza, della creatività che mirava alla valorizzazione della persona oltre a creare soprattutto una opportunità di riflessione sull’articolato mondo del sociale”.

Un altro elemento positivo della mostra – afferma Roberto Mosconi – è aver consentito alle operatrici delle cooperative sociali un confronto didattico sulle varie metodologie educative attuate nella realizzazione dei lavori esposti e confermato la vocazione di scuola inclusiva, attenta a supportare le diverse fragilità dell’Istituto statale comprensivo Galilei di Sant’Eraclio.” “Con la Collettiva di Arte Contemporanea si è inoltre voluto esprimere – conclude Roberto Mosconi – la sensibilità e la vicinanza del Carnevale dei Ragazzi ai territori della Valnerina colpiti dal terremoto nel 2016 ospitando nel settore A braccia aperte anche le cooperative Tutti i colori del mondo di Norcia e l’Oasi di Cascia.” L’Associazione di volontariato onlus Carnevale di Sant’Eraclio presieduta da Fabio Bonifazi è riconoscente nei confronti di tutti i soggetti che hanno reso possibile la fase esecutiva della mostra e gli assessori comunali Decio Barili (cultura) e Agostino Cetorelli (servizi sociali) per la collaborazione dimostrata nel sostenere l’iniziativa socio-culturale che ha contraddistinto l’edizione 2020 della manifestazione carnascialesca. (124)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini