1Umbertide, 20 febbraio 2020 – Prosegue l’attività di contrasto posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, che solamente lo scorso fine settimana hanno consentito, nel capoluogo tifernate di denunciare in stato di libertà un 33enne algerino trovato in possesso di due dosi di cocaina già confezionate e pronte per essere vendute al dettaglio, e ad Umbertide la segnalazione alla Prefettura di un 23enne di nazionalità albanese trovato in possesso di una dose di cocaina.

Questa volta sono stati proprio i Carabinieri della Stazione di Umbertide a portare a termine un’attività avviata nelle scorse settimane, finalizzata al contrasto dello spaccio delle sostanze stupefacenti. I Militari, a cui non era passato inosservato il viavai, anche di giovanissimi, presso un abitazione di una zona popolare di quel centro, nel pomeriggio di ieri 19 febbraio, hanno eseguito una perquisizione domiciliare a carico di un 30enne italiano, noto ai Militari per qualche piccolo precedente.

L’uomo, evidentemente sorpreso dall’arrivo dei Carabinieri, non ha potuto nascondere l’evidenza quando, all’esito della meticolosa perquisizione, i Militari hanno rinvenuto 3 panetti e mezzo di hashish, del peso complessivo di 350 grammi circa, nascosti in un’intercapedine del camino. Oltre allo stupefacente, a casa del 30enne, è stato trovato tutto il kit necessario per la vendita al dettaglio dell’hashish, composto da bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. L’uomo, arrestato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, nella mattinata odierna sarà processato per direttissima. (99)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini