I casciani hanno consegnano i “manufatti della solidarietà” per i senza tetto Ultimo atto del Progetto “Passa Parola” del Salotto del Coraggio

DSC_0217Cascia 21 febbraio 2020 – L’iniziativa nata l’estate scorsa, ha incontrato la collaborazione di tante persone di tutta Italia, che hanno inviato presso l’Agriturismo Valle Tezze, sede dell’associazione, i manufatti realizzati da donare ai senzatetto e a quanti sono in difficoltà, accolti dalla Comunità di Sant’Egidio a Roma.

Domani, 22 febbraio, una delegazione di Cascia, si recherà nella capitale, accompagnata dal Sindaco, dall’assessore alle Politiche Sociali e dalla Presidente dell’Associazione Coraggio Francesca Angelini per consegnare tutto il materiale raccolto.

Il legame che unisce la città di Santa Rita con la Comunità di Sant’Egidio non è né nuovo, né casuale infatti in seguito al terremoto del 1979, fu proprio Paolo Borruso, responsabile della Comunità, a svolgere un servizio di volontariato sul territorio, da allora i rapporti di amicizia e collaborazione si sono sempre più consolidati.

L’idea del Progetto “Passa Parola”, pensato e portato avanti dalle donne del Salotto del Coraggio,è nato proprio per restituire quella tanta solidarietà ricevuta anche dopo il sisma del 2016.

Una giornata all’insegna quindi della solidarietà, del dialogo e del confronto.

Una finestra aperta sul mondo del volontariato, un lavoro di squadra per aiutare chi è in difficoltà.

Nella consegna dei manufatti, a Roma, il Salotto del Coraggio, sarà aiutato dai volontari della Misericordia di Cascia Angelo Paoletti, dai volontari della Protezione Civile di Cascia e della Proloco Cascia – Roccaporena.

“A tutti loro va un grande ringraziamento – dichiara Rosaria Rosati, del Salotto del Coraggio – per rendere possibile, questo momento importante della consegna, ancora una volta, ciò sta a testimoniare l’ importanza di unire più forze e competenze per un unico obiettivo: il bene del prossimo”. (90)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini