Tre uomini, uno, italiano e gli altri due romeni, tutti residenti nella provincia romana, sono stasti denumnciati dai Carabininieri per il possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso

1- 112Terni, 22 febbraio 2020 – L’intensificazione dei controlli del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Terni ha dato i suoi frutti. Nel corso di un mirato servizio di perlustrazione operato nei pressi del quartiere Cesure, zona residenziale che come altre è stata interessata dal fenomeno dei furti in abitazione nel recente passato, i militari della Sezione Operativa del N.O.R. della Compagnia di Terni hanno notato un’autovettura con a bordo tre persone girovagare con fare sospetto. Decidevano dunque di approfondire il controllo, procedendo all’identificazione degli occupanti ed alla perquisizione del mezzo.

Il fiuto dei militari si rivelava ancora una volta vincente: sia il guidatore che i passeggeri risultavano infatti essere soggetti con importanti precedenti specifici per reati contro il patrimonio. Uno, italiano, gli altri due romeni, tutti residenti nella provincia romana, sono stati denunciati a piede libero per il possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso, avendo i militari dell’Arma rinvenuto nella loro autovettura numerosi attrezzi di quelli generalmente utilizzati per forzare porte, finestre e serrature. Non è stata rinvenuta, invece, alcuna refurtiva, segno che verosimilmente i tre si stavano organizzando per piazzare dei colpi al calar della notte.

I tre malfattori sono stati proposti al Questore della Provincia per l’irrogazione della misura di prevenzione personale del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Terni, immediatamente applicato e notificato. L’occasione è utile per ribadire l’importanza della collaborazione tra forze dell’ordine e cittadini, che sono sempre invitati a segnalare qualsiasi cosa sospetta nell’ottica della diffusione orizzontale della responsabilità in materia di costruzione della sicurezza urbana.

  (172)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini