L'ha mostrato in un negozio: l’arma è stata sequestrata e il porto d’armi è stato sospeso. Ritirate in via cautelativa le altre armi in suo possesso

La pistola sequestrataTerni, 6 marzo 2020 – Era titolare di un porto d’armi per uso sportivo, il ternano denunciato ieri dalla Polizia di Stato, dopo che aveva mostrato in un negozio, davanti ad altri clienti, la pistola che portava sempre con sé. L’uomo, di 64 anni, aveva tirato fuori la sua pistola semiautomatica, calibro 22, con il caricatore rifornito ed inserito, senza però il colpo in canna, ma ieri, fra i clienti del negozio, c’era anche un agente della Polizia di Stato, libero dal servizio, che non ha esitato a richiedere l’intervento dei colleghi della Squadra Volante.

Immediato l’arrivo della pattuglia, che ha subito messo in sicurezza l’arma ed ha accompagnato l’uomo in questura per i provvedimenti di legge. Il ternano è stato denunciato per porto abusivo d’arma: il titolo in suo possesso infatti, gli consentiva di portare la pistola solo durante il tragitto per recarsi al tiro a segno o al poligono e per tornare a casa e per questo gli è stato sospeso, con l’avvio di un procedimento per la verifica della sussistenza dei requisiti.

Nella sua abitazione, sono state trovate, regolarmente denunciate, 6 pistole semiautomatiche e 200 cartucce, che sono state ritirate in via cautelativa.

 

 

 

 

 

  (57)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini