In tutta la provincia di Perugia e Terni. Particolare attenzione è rivolta anche a tutti quei luoghi ove potrebbero verificarsi degli assembramenti. Denunciato un ragazzo di Foligno

1Perugia 13 marzo 2020 – In attuazione dei Decreti e delle direttive emanate dal Governo, continua senza sosta l’azione della Polizia di Stato, tesa al controllo ed alla prevenzione di potenziali comportamenti che costituiscono violazioni di quanto disposto nell’ambito delle misure restrittive dettate dalla normativa emergenziale al fine di contenere i rischi di ulteriore diffusione del virus.
Nell’ambito dei controlli particolare attenzione è stata rivolta ai viaggiatori in arrivo ed in partenza nelle stazioni ferroviarie cittadine e degli autobus, presso le quali si verifica sovente la presenza di cittadini che intendono portarsi o che provengono da altre regioni e/o province sul territorio nazionale ed il cui spostamento deve comunque essere motivato mediante l’esibizione o la contestuale compilazione degli appositi moduli di autocertificazione.

oznorCO_viviInoltre, nell’ambito dei controlli particolare attenzione è stata rivolta anche a tutti quei luoghi ove potrebbero verificarsi degli assembramenti. AncheProseguono i servizi della Polizia di Stato ternana per la verifica dell’osservanza di quanto disposto nelle riunioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presiedute dal Prefetto di Terni, Emilio Dario Sensi. Un’attività espletata con controlli capillari del territorio, servizi potenziati dal Questore con il controllo di strade, stazioni, centri di aggregazione, per contrastare il diffondersi del Coraonavirus, anche attraverso la limitazione della mobilità. Gli agenti sono tenuti a verificare la sussistenza dei validi motivi che hanno indotto un cittadino ad uscire di casa, se la causa è priva di giustificazione e non rientra in quanto previsto dalla legge, scatterà una denuncia; è questo quello che è successo ad un cittadino nigeriano di 36 anni che è stato fermato in centro dalla Squadra Volante. Il ragazzo, residente a Foligno, che ha dichiarato agli agenti di essere venuto a Terni per vedere un amico, è stato denunciato ai sensi dell’art. 650.

  (105)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini