Come è forte il rumore dell’alba! L'omaggio, ideato dal Teatro Stabile dell’Umbria, sui propri canali social, sta riscuotendo grandi consensi e innumerevoli adesioni

1Perugia, 19 marzo 2020 – Come è forte il rumore dell’alba!, l’omaggio al poeta perugino Sandro Penna ideato dal Teatro Stabile dell’Umbria sui propri canali social, sta riscuotendo grandi consensi e innumerevoli adesioni. Ad oggi hanno aderito al progetto, oltre agli attori della Compagnia dei Giovani del TSU Luisa Borini, Caroline Wonderland Baglioni, Cecilia Di Giuli, Caterina Fiocchetti, Carlo dalla Costa, Daphne Morelli, Michele Balducci, Giulia Zeetti, Maria Sofia Alleva, Carolina Balucani, Elisa Gabrielli, Giorgia Filippucci, Silvio Impegnoso, Edoardo Chiabolotti, Samuele Chiovoloni e Vittoria Chiacchella, anche Eleonora Mosconi, Silvia Bevilacqua di Liminalia, Roberto Biselli del Teatro di Sacco, Chiara Leoncini di The Baby Walk, Matteo Bavera del Teatro Garibaldi di Palermo, Francesco Bolo Rossini, Francesco Bonomo, Ilaria Falini, Denis Fasolo, Ilaria Genatiempo, Michele Nani, Federica Rosellini, Simona Senzacqua, Diego Sepe, Francesco Spaziani, Fabio Pasquini.

Parteciperanno anche altri molti altri artisti del panorama teatrale italiano, s’inizia oggi con Lino Guanciale, a seguire Alessandro Gassman, Iaia Forte, Vinicio Marchioni, Silvia D’Amico, Anna Foglietta, Marcello Fonte, Marco Foschi, Stefano Fresi, Monica Guerritore, Lucia Mascino, Filippo Nigro, Sonia Bergamasco, Ottavia Piccolo e Alessandro Preziosi.

“Siamo molto contenti che questa iniziativa abbia incontrato il favore del pubblico e che abbiano aderito così tanti artisti – dichiara il direttore del TSU Nino Marino -. Sui nostri canali social negli ultimi 7 giorni abbiamo raggiunto oltre 40.000 persone. In questo momento difficile per il Paese e per l’intero globo, il TSU si è voluto impegnare, attraverso l’utilizzo dei propri canali web, a proseguire la sua missione pubblica di Istituzione culturale. Le giornate che ci attendono saranno complesse e ci offriranno momenti di vuoto che possiamo trasformare in un tempo da dedicare alla contemplazione. Da sempre la migliore amica della contemplazione è la poesia e per questo abbiamo scelto di creare un progetto che offra la possibilità di riscoprire l’opera del magnifico poeta perugino, Sandro Penna. Un modo per ricreare una dimensione di comunità attraverso l’arte.”

  (79)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini