1Città di Castello, 20 marzo 2020 – Nonostante lo sforzo dei Carabinieri, finalizzato al controllo del rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo in relazione all’emergenza Covid-19, che ha costretto la cittadinanza a modificare radicalmente le proprie abitudini, non si ferma, tuttavia, l’attività dei Carabinieri tifernati, tesa alla prevenzione e repressione dei reati in genere. In tale contesto, i militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Città di Castello, nella tarda serata di martedì, hanno denunciato in stato di libertà un 48enne tifernate, trovato in possesso di sostanza stupefacente detenuta ai fini di spaccio.

L’uomo, infatti, anche in totale disprezzo delle vigenti normative, che limitano fortemente le possibilità di spostamento circoscrivendole a casistiche ben precise, controllato nella frazione Lama di San Giustino a bordo della propria autovettura, alle richieste dei Militari non ha saputo fornire giustificazioni circa la sua presenza per la strada, tanto da indurre gli operanti ad un controllo più approfondito, conclusosi con il rinvenimento di grammi 20 (venti) di sostanza stupefacente del tipo hashish, abilmente celata nell’autovettura.

Al termine delle attività di rito quindi, il 48enne è stato denunciato in stato di libertà sia per la detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, sia per non aver ottemperato alle disposizioni inerenti il contenimento del contagio da coronavirus. (131)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini