1Perugia, 23 marzo 2020 – “Basta furbizie, tutte le attività non essenziali vanno fermate. È inaccettabile il pressing di Confindustria che mette a rischio non solo la salute di lavoratrici e lavoratori, ma quella dell’intero Paese”. Ad affermarlo è il segretario generale della Cgil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla. “Tutte le attività non essenziali vanno fermate subito – insiste Sgalla – mentre quelle che dovranno continuare la produzione vanno messe in sicurezza rispettando alla lettera i contenuti del protocollo imprese-sindacati, altrimenti anche quelle vanno fermate. Se vogliamo salvaguardare la salute delle persone e fermare il contagio questa è l’unica strada possibile. Basta furbizie”, conclude Sgalla. (58)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini