Grazie a una Fondazione, al Consiglio Comunale di Perugia e alla Pro Ponte Etrusca onlus, è stato consegnato a tempo di record,al S.Maria della Misericordia

1Perugia, 26 marzo 2020 – A tempo di record e proprio nel giorno in cui, al Santa Maria della Misericordia di Perugia ne era andato in tilt uno, è stato consegnato un ventilatore polmonare a nome della raccolta fondi “Progetto T.I.AMO Terapia Intensiva: Diamo vita a un posto in terapia intensiva”. E questo”posto” è stato coperto proprio dal ventilatore polmonare consegnato, questa mattina giovedì 26 marzo, alla presenza di Antonello Palmerini, presidente della “Pro Ponte: insieme per vivere”, l’Associazione di Ponte S.Giovanni che ha aderito, unitamente al Consiglio Comunale di Perugia, all’iniziativa promossa dalla Fondazione Prosperi di Castagnola di Giano dell’Umbria. Fondazione istituita in occasione della Beatificazione di Maria Luisa Prosperi, un’antenata della famiglia, avvenuta il 10 novembre 2012.

Le formalità della consegna sono state espletate tra Leonardo Prosperi, presidente della Fondazione, il direttore Generale dell’Ospedale Onnis e i tecnici addetti alle verifiche e al collaudo. La donazione è formata da: un ventilatore polmonare, un monitor multiparametrico e due pompe da infusione. La rapidità della ricerca del materiale e della consegna è dovuta al diretto interessamento del presidente Prosperi e alla disponibilità dei numerosi benefattori della sua Fondazione cui si è unita, proprio nei giorni scorsi, la Pro Ponte. La Fondazione da sempre si occupa di aspetti sociali organizzando iniziative solidali ed eventi benefici e, appena avvenuta la consegna del ventilatore, è subito iniziata la ricerca di saturimetri, mascherine e altro materiale indispensabile per affrontare l’emergenza Coronavirus.

Pertanto rimane aperta la raccolta fondi direttamente con la Fondazione:

IBAN:IT 97 F 0306 9031 0610 0000 0038 55 o tramite quella diretta alla Pro Ponte Etrusca onlus con versamenti su: IBAN IT26Y0503403000000000002029 – causale: Progetto T.I.AMO.

I contributi servono a completare il saldo della fattura di 7.500,00€+ IVA (il cui materiale è stato già consegnato e donato al Santa Maria della Misericordia) e ad affrontare la spesa per la fornitura dell’altro materiale necessario per emergenza coronavirus, di cui Leonardo Prosperi ha già attivato la ricerca non prima di aver ringraziato quanti hanno già contribuito e quanti ancora continueranno a contribuire per l’acquisto e la donazione di apparecchiature utili alla creazione di una postazione di terapia intensiva. (309)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini