Tutto è partito dal controllo di un uomo, classe ’70, sorpreso a passeggiare in zona boschiva. Una giovane donna, classe ’93, è stata invece controllata fuori dalla propria abitazione, in zona centrale ad Acquasparta, in assenza dei motivi giustificativi previsti dai decreti in materia di contagio

1ACQUASPARTA, 27 marzo 2020 – Nel corso degli ordinari servizi di perlustrazione e controllo del territorio, finalizzati anche alla verifica del rispetto delle prescrizioni in materia di contenimento del contagio da COVID-19, i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Acquasparta hanno proceduto al controllo di un uomo, residente ad Acquasparta, classe ’70, sorpreso a passeggiare in zona boschiva. Di fronte alle motivazioni poco convincenti fornite ai militari, gli stessi hanno deciso di approfondire il controllo, estendendolo all’autoveicolo parcheggiato nelle vicinanze. La perquisizione veicolare consentiva di rinvenire, nella disponibilità dell’uomo, 7 cartucce per fucile di differente calibro e 4 coltelli, di diversa grandezza, portati fuori dall’abitazione senza giustificato motivo.

Una giovane donna, classe ’93, è stata invece controllata fuori dalla propria abitazione, in zona centrale ad Acquasparta, in assenza dei motivi giustificativi previsti dai decreti in materia di contagio. Sottoposta a ispezione degli effetti personali, è stata trovata in possesso di 1 grammo di eroina. L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per porto abusivo di armi e munizioni, la donna è stata segnalata alla Prefettura di Terni per uso personale di sostanze stupefacenti. Ad entrambi sarà contestato l’illecito amministrativo per la violazione del Decreto Legge nr. 19 del 25 marzo 2020.

  (125)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini