Attualmente sul territorio comunale riscontrato solo un soggetto positivo. Dalle Gaite ad altre associazioni, è forte la rete della solidarietà

BEVAGNA 2Bevagna, 30 marzo 2020 – Un caso di Covid-19, otto pazienti in isolamento e ventuno pazienti usciti dall’isolamento. Sono i numeri che interessano il territorio comunale di Bevagna rispetto all’emergenza coronavirus. Numeri che arrivano direttamente dalla Regione Umbria e che quotidianamente il Comune fornisce ai cittadini attraverso la pagina Facebook “Bevagna Amministrazione”. “Vedendo la situazione nel nostro paese – commenta a riguardo il sindaco, Annarita Falsacappa rivolgendosi ai cittadini – devo ringraziare davvero tutti, perché seguite le norme con attenzione necessaria. Forza, continuiamo così”. Con l’occasione, il primo cittadino bevanate ha voluto salutare e fare tanti auguri ai colleghi Lodovico Baldini e Moreno Landrini, rispettivamente sindaci di Valtopina e Spello che sono risultati positivi al Covid-19.

Nel frattempo, il Comune di Bevagna ha pubblicato l’Avviso in favore delle categorie più deboli, che comprende i negozi che hanno aderito all’iniziativa inerente la consegna a domicilio della spesa alimentare e dei farmaci. L’Avviso è in favore di anziani, persone affette da patologie croniche o con difficoltà di deambulazione. Lo stesso, viene svolto in collaborazione con l’associazione di Protezione civile cittadina Emergenza Calamità Bevagna. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Centro operativo comunale allo 0742/360848, attivo tutti i giorni all’interno del Comando di polizia locale dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 18. Inoltre, sono diverse le persone che, senza voler comparire, stanno provvedendo a mettere a disposizione dei prodotti a sostegno delle fasce più deboli. “Come Comune – spiega inoltre il sindaco Falsacappa – ci stiamo organizzando, dopo le indicazioni del Governo, alla distribuzione dei bonus alimentari per le famiglie”.

A muoversi in favore di chi è in difficoltà sono anche le associazioni di volontariato di Bevagna: è il caso del Mercato delle Gaite. Con l’annullamento della Primavera Medievale, le quattro Gaite stanno mettendo a disposizione le dispense alimentari presenti all’interno delle taverne. Inoltre, l’associazione “Omnes oltre i confini” ha messo in piedi l’iniziativa “Nessuno si salva da solo”, con una raccolta di generi alimentari a lunga conservazione. E’ possibile contattare i numeri: 347.499.11.83 oppure 347.60.21.242. (80)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini