1Perugia, 30 marzo 2020 – La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha firmato oggi l’ordinanza con cui si dispone la sospensione del termine di pagamento del contributo ambientale annuale dovuto dalle aziende estrattive, fissato al 31 marzo, differendone i termini. È quanto informa l’assessore regionale all’Ambiente, Roberto Morroni. “Un provvedimento urgente – sottolinea l’assessore -, con il quale diamo un sollecito e concreto riscontro alla richiesta presentata da Confindustria Umbria, poiché anche questo settore è alle prese con i gravi disagi e le criticità causate dall’emergenza coronavirus. Il differimento dei pagamenti consentirà un più ampio respiro a queste aziende”.

Con l’ordinanza “viene differito al 30 giugno 2020 il versamento del contributo della Tutela dell’Ambiente riferito all’annualità di scavo 2019 e dovuto dai titolari di autorizzazioni di cava che hanno scelto la modalità pagamento in un’unica soluzione”.

Per i titolari di autorizzazioni di cava che hanno scelto il sistema di rateizzazione, “la prima rata andrà pagata entro il 30 giugno prossimo; la seconda e la terza entro il 30 settembre e la quarta rata entro il 31 dicembre 2020”.

I contributi per la tutela dell’ambiente per le escavazioni effettuate nel 2019, da versare nel 2020 alla Regione, in base alla legge regionale, ammontano complessivamente a circa 900mila euro. (116)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini