Per la prima volta la prova abilitativa del corso di formazione OSS si potrà tenere on line. L’agenzia Punto Formazione di Foligno annuncia la prima sessione d’esami a maggio

1FOLIGNO, 6 aprile 2020  – Sono 40 e provengono da tutta l’Umbria i futuri nuovi operatori socio sanitari che a maggio prossimo sosterranno l’esame di abilitazione on line attraverso la scuola Punto Formazione di Foligno (Perugia). Per la prima volta nella storia dei corsi di formazione OSS, infatti, gli esami avverranno on line, in conseguenza della straordinaria situazione di emergenza dovuta alla diffusione del Coronavirus. Un’esigenza diffusa, quella di immettere nuovi OSS nella rete italiana delle aziende sanitarie durante la pandemia da Covid-19; da qui l’accordo fra Regioni e Province autonome (approvato lo scorso 31 marzo) che ha concesso una deroga temporanea, durante la fase di emergenza epidemiologica Covid 19, alle Linee guida in materia di formazione a distanza ed e-learning. In particolare la conferenza delle Regioni ha specificato che “A fronte del crescente fabbisogno di tali figure, la valutazione finale di coloro che hanno già completato – alla data dell’accordo   – il corso teorico-pratico di operatore socio sanitario e hanno maturato i requisiti di accesso all’esame di qualificazione, può essere effettuata con modalità a distanza, garantendo trasparenza e tracciabilità della valutazione stessa”.

Siamo lieti di aver risposto in breve tempo alla necessità manifestata dai nostri corsisti di concludere il ciclo formativo – spiega l’amministratore unico di Punto Formazione Nazzareno Ponti – dapprima adeguandoci all’erogazione on line delle lezioni e poi dando loro la possibilità di ottenere la certificazione delle competenze on line. Vogliamo ringraziare la Regione dell’Umbria che approvando questa nuova modalità d’esame in tempi record faciliterà l’inserimento nel mondo del lavoro socio sanitario di queste nuove professionalità, indispensabili e ricercatissime dalle aziende sanitarie per fronteggiare l’emergenza Coronavirus”. Gli allievi che si diplomeranno nella sessione telematica – spiega Ponti – riceveranno un attestato provvisorio e valido a tutti gli eetti per poter essere assunti e cominciare a lavorare sin da subito nelle aziende sanitarie, nelle case di riposo e in altri enti assistenziali della Regione: un’immissione di forza lavoro cruciale in un momento così impegnativo per le strutture sanitarie della nostra regione e dell’Italia intera”.

Davanti alla giunta d’esame i candidati (che hanno seguito 1000 ore di lezione – 550 di teoria e 450 di tirocinio presso strutture convenzionate – in 18 mesi con relativi tirocini pratici) potranno certificare alla commissione d’esame le competenze acquisite, così da poter accedere sin da subito alla professione dopo aver acquisito il diploma. I partecipanti alla sessione d’esami organizzata da Punto Formazione sono prevalentemente umbri (da Foligno, Montefalco, Spoleto, Trevi, Bevagna, Assisi, Bastia Umbra, Norcia, Cascia, Città di Castello) e laziali (Roma).

  (170)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini