2Città di Castello, 9 aprile 2020 – Fin dai primi giorni di isolamento forzato da coronavirus da Città di Castello sono nate proposte per offrire un antidoto, attraverso la cultura e l’arte, alla solitudine delle giornate in casa, divenute necessarie come precauzione contro il rischio di contagio. In collaborazione con il Comune, Poliedro Cultura ha creato “Pillole d’arte”, una serie di guide online per permettere a tutti la visita virtuale e gratuita della Pinacoteca comunale, il secondo museo dell’Umbria dopo la Galleria Nazionale di Perugia, chiusa come tutte le altre esposizioni sul territorio nazionale in attuazione delle misure di contenimento dell’emergenza da Covid-19. MEDEM si è rivolta al pubblico dei più piccoli proponendo “Favole al telefono”, evento inserito tra le manifestazioni del centenario della nascita di Gianni Rodari. L’idea è semplice: chi vuole si prenota via whatsapp e una squadra di 40 lettori è pronta a telefonare per raccontare una delle 70 favole.

L’iniziativa, nei gioni scorsi, ha raccolto un grande consenso di pubblico con 1.330 favolose telefonate (oltre 110 al giorno) realizzate. Le difficoltà di questi giorni, paradossalmente, rafforzano i legami e le due realtà, non nuove alle collaborazioni, offriranno venerdì 10 aprile una speciale pillola d’arte realizzata unendo le forze e le competenze. Si tratta di una lettura a più voci della Laude 70 “Donna de Paradiso” di Jacopone da Todi ammirando la pala d’altare di Raffaellino del Colle raffigurante la “Deposizione di Cristo dalla Croce”, opera presente nel museo tifernate.

Il filmato sarà disponibile nei canali social di Poliedro Cultura e di MEDEM: Instagram: poliedrocultura, Facebook: Poliedro Cultura, MEDEM associazione culturale – compagnia teatrale e tramite l’hashtag #pilloledarte (69)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini