1Assisi, 9 aprile 2020 – Quest’anno la sospensione della scuola per le vacanze pasquali è diversa dagli anni passati. Tutti, infatti, sono già a casa, per l’emergenza Covid- 19. Gli studenti seguono le video-lezioni, gli insegnanti insegnano a distanza, i dirigenti scolastici e il resto del personale lavorano in smart working. “Questa emergenza – ha affermato l’assessore alle politiche scolastiche Simone Pettirossi – ha fatto venire fuori energie importanti e straordinarie, già presenti nelle nostre scuole. Ha mostrato che ci sono insegnati pro-attivi e famiglie volenterose, in grado di supportare gli studenti in questo periodo di transizione digitale forzata. Proprio lunedì, in una proficua riunione a distanza svolta con tutti i dirigenti scolastici, abbiamo fatto il punto della situazione ed evidenziato le esigenze, le urgenze, le necessità delle diverse scuole. Il quadro che è emerso, pur essendo presenti inevitabili criticità, è complessivamente molto positivo. Le videolezioni infatti sono iniziate in tutti gli istituti, con maggiore intensità per le studentesse e gli studenti più grandi di età e con una rimodulazione oraria delle attività per i più piccoli. Le scuole hanno già messo a disposizione circa 100 pc portatili e tablet, consegnati in comodato d’uso gratuito direttamente agli studenti che ne erano sprovvisti, grazie alla collaborazione del nucleo di Protezione civile di Assisi, che ringrazio molto. Questa attività proseguirà nei prossimi giorni, con la massima collaborazione tra tutti gli enti”.

Un altro aspetto importante su cui si sta lavorando – fa sapere l’assessore Pettirossi – è quello di supportare le famiglie che ne abbiano realmente la necessità anche sul fronte della connettività, con soluzioni ad hoc da valutare insieme ai dirigenti scolastici (chiavette, contributi, ecc): “È stata anche accolta con favore la nostra proposta di organizzare il prossimo Consiglio comunale Ragazzi in videoconferenza, per mantenere il bel legame che si è creato in questo primo anno tra tutti i giovani consiglieri dei diversi territori, i quali potranno confrontarsi così sull’Emergenza Covid- 19”.

Infine l’assessore ricorda che “la scadenza per il pagamento dei bollettini relativi ai pasti già fruiti del servizio mensa scolastica, arrivati alle famiglie in questi giorni, è stata posticipata dal 15 aprile (data presente sul bollettino) al 31 ottobre.

In conclusione l’assessore coglie l’occasione per augurare agli studenti, alle famiglie, ai dirigenti scolastici, agli insegnanti, al personale amministrativo, al personale ata, una Buona Pasqua.

  (97)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini