Sono tre uomini di età compresa tra i 20 e i 35 anni. Lo stupefcente era sufficiente per il confezionamento di oltre 100 dosi, per un illecito ricavo di circa €. 10.000

1Todi, 14 aprile 2020 – I Carabinieri della Stazione di Collazzone, nel corso dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Perugia per la prevenzione e repressione dei reati in genere, nella tarda serata di Pasqua hanno controllato tre uomini di età compresa tra i 20 e i 35 anni che, nonostante le limitazioni imposte dalle disposizioni relative al contenimento del contagio da Covid-19, stavano pescando in riva ad un lago artificiale. Nel corso del controllo i militari hanno rinvenuto una confezione contenente gr. 40 circa di sostanza stupefacente del tipo cocaina, subito sottoposta a sequestro, oltre alla somma contante di €. 400,00. Le analisi di laboratorio hanno determinato che lo stupefacente, per quantità e principio attivo, è sufficiente per il confezionamento di oltre 100 dosi, per un illecito ricavo di circa €. 10.000. Le perquisizioni successivamente effettuate presso i loro domicili, con la collaborazione del personale delle Stazioni Carabinieri di Marsciano e Deruta, hanno consentito il rinvenimento di materiale per il confezionamento dello stupefacente.

I tre giovani sono stati quindi tratti in arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Spoleto, sottoposti a regime di detenzione domiciliare presso le rispettive abitazioni. A seguito dell’udienza di convalida tenutasi nella giornata odierna, il Tribunale di Spoleto ha convalidato l’ arresto e disposto l’obbligo di dimora per tutti e tre. Nella circostanza, è stata contestata loro anche la violazione per assembramento in luogo aperto al pubblico, con conseguente sanzione amministrativa.

  (185)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini