Tutto merito merito del Direttore Sanitario, dott. Raffaele Zava, che ben prima che l'Italia intera subisse il lockdown, aveva già predisposto e attuato alcune misure per proteggere ospiti e operatori, predisponendo nuovi protocolli di lavoro e imponendo l'uso dei dispositivi di protezione individuale

1ASSISI, 15 aprile 2020 – Tutti negativi. Non poteva esserci notizia migliore per gli anziani ospiti, i loro familiari e tutti gli operatori della Casa di Riposo “Andrea Rossi” di Assisi. Il 10 e 11 aprile scorso, difatti, sono stati effettuati i tamponi per la ricerca del Covid-19 sia ai 42 operatori che ai 52 ospiti della Casa, al fine di scongiurare eventuali focolai presenti. Nessuno presenta positività al virus. Indubbiamente, questa notizia alleggerisce e rincuora molti animi. In primo luogo, ciò è sicuramente merito del Direttore Sanitario, Dott. Raffaele Zava, che ben prima che l’Italia intera subisse il lockdown, in accordo con l’Amministrazione della struttura, aveva già predisposto e attuato alcune misure per proteggere ospiti e operatori, limitando per esempio le visite e i contatti “esterni”, predisponendo nuovi protocolli di lavoro e momenti formativi per il personale, e imponendo l’uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI). Misure che si sono fatte via via più rigorose man mano che l’emergenza si estendeva.
A ciò va sicuramente unita la grande collaborazione degli operatori, sempre attenti e solerti nel prendersi cura degli anziani senza che ciò mettesse in pericolo la propria e la loro salute, ma anche dei familiari, che pur con grande tristezza hanno accettato il sacrificio di non poter visitare i loro cari, con l’unico intento di proteggerli.

2Tutte queste misure e la grande collaborazione di tutti i coinvolti hanno reso la casa di riposo come un grande organismo, che funziona ed è in salute perché tutte le sue parti adempiono al loro compito.  “In questo momento così delicato e difficile mi sento veramente fiero di tutti coloro che, facendo la loro parte, hanno permesso che ad oggi tutti siano al sicuro. Non ringrazierò mai abbastanza coloro che, con il loro lavoro, in questo periodo sono accuditori dei nostri nonni in tutti i sensi, da quello più concreto a quello emotivo e affettivo. Voglio ringraziare anche il Comune di Assisi, nella persona del Sindaco Stefania Proietti, che non ci ha mai fatto mancare il suo sostegno in questo periodo e tutti coloro, associazioni e privati, che ci hanno aiutati con donazioni, servizi, mascherine e altri dispositivi: il contributo di ciascuno è davvero essenziale”. Sono le parole di Alessio Allegrucci, presidente della Casa di Riposo “Andrea Rossi”.

Segno evidente che insieme, davvero, andrà tutto bene. (114)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini