Parenti e amici vicini ai propri cari grazie alla tecnologia messa a disposizione dalla struttura

1FOSSATO DI VICO, 17 aprile 2020 – La Casa di Riposo F. Ridolfi Bizzarri – A. Galassi di Purello (Fossato di Vico), adeguandosi alle disposizioni emanate dagli organi competenti in materia di prevenzione e contenimento della diffusione del COVID-19 e in linea con le altre strutture della Fondazione Fontenuovo ONLUS, a partire dal 9 marzo ha adottato specifici provvedimenti al fine di tutelare gli ospiti della residenza, chiudendo gli accessi alle visite.
Questo ha significato una importante riorganizzazione della vita all’interno della struttura, che immediatamente si è adattata ai nuovi provvedimenti in modo da assicurare agli ospiti il maggior livello di benessere e qualità di vita in questo momento particolare.
Da subito sono stati presi accorgimenti per garantire agli ospiti di rimanere in costante contatto con familiari e amici, grazie alle numerose applicazioni per videochiamate: così, quotidianamente, i “nonni” di Purello hanno potuto sentire e vedere i propri cari, raccontando la loro giornata a figli e nipoti, i quali a loro volta sono stati molto felici di parlare con loro sapendoli al sicuro.
Tutti gli operatori della Residenza hanno adottato le precauzioni obbligatorie e i dispositivi di sicurezza necessari per salvaguardare al meglio la salute degli ospiti, hanno seguito un corso di formazione a distanza per essere adeguatamente preparati a gestire l’emergenza e si stanno impegnando al massimo per mantenere un ambiente sempre accogliente, stimolante e sereno. Si stanno inoltre riprogrammando le attività da fare, seppur a distanza, con i volontari del Servizio Civile, per intrattenere e stimolare gli ospiti, i quali, durante le belle giornate di sole, possono anche godere della visuale e dell’aria pulita del Parco del Monte Cucco, dal giardino interno e dalla veranda.
La casa di Riposo Ridolfi Bizzarri-Galassi intrattiene da sempre un rapporto di fiducia e sostegno con il territorio e il terzo settore, e anche nella situazione attuale questa collaborazione è più solida che mai con l’Amministrazione Comunale, nella persona del Sindaco Monia Ferracchiato, l’Associazione Misericordia, la Protezione Civile, il Distretto della USL Umbria 1, le farmacie e i medici di base.
«La situazione che stiamo vivendo porta ad una inevitabile riflessione sull’importanza della socialità e del sostegno reciproco, tra persone ma anche tra enti ed istituzioni. I provvedimenti adottati hanno imposto delle modificazioni negli spazi, nelle attività e nella quotidianità di tutti, dagli ospiti agli operatori – fanno sapere dalla Residenza -. Ma grazie alla cooperazione e all’impegno collettivo ci stiamo muovendo come se fossimo un unico organismo generando una risposta adattiva globale per fronteggiare l’emergenza, con la consapevolezza che “distanza” non significa separazione o allontanamento, e che si può creare contatto anche senza la vicinanza fisica». (139)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini