IL PRESIDENTE DELLA COMUNANZA AGRARIA DI SANT'ERACLIO, GIACOMO COMMITTERI: “LE RISORSE FINANZIARIE IMPIEGATE PER IL RIPRISTINO DELLA RECINZIONE DANNEGGIATA E PER LA CUSTODIA DELL’AREA VERDE ATTREZZATA SARANNO PURTROPPO SOTTRATTE AI FONDI CHE SI UTILIZZERANNO PER SOSTENERE LA POPOLAZIONE NELLA DIFFICILE FASE DI RIPRESA SOCIO ECONOMICA SUCCESSIVA ALL’EMERGENZA SANITARIA DA CONTAGIO COVID 19

1FOLIGNO, 20 aprile 2020 –  – Chi sperava che almeno nel periodo di contenimento del contagio da Coronavirus non si sarebbero verificati atti vandalici, è rimasto deluso. A Sant’Eraclio nella notte di sabato 18 aprile ignoti si sono introdotti nel parco “Soli – Marchionni” di proprietà della locale Comunanza Agraria dove sono presenti le strutture del Circolo ricreativo “On Air” e del “Cartoon Park” in via Sant’Abbondio. L’Associazione “Il Girasole” che gestisce il Circolo ha effettuato una denuncia contro ignoti che hanno danneggiato la rete di recinzione dell’area attrezzata, “polmone verde” della frazione folignate.

“Coloro che hanno compiuto tale bravata – sottolinea il presidente del Consiglio della Comunanza Agraria di Sant’Eraclio Giacomo Committeri – hanno dimostrato l’assenza di senso civico nei confronti di un bene pubblico che da decenni è un luogo con una forte valenza di socialità e aggregazione per l’intera popolazione ed è frutto del lavoro volontario di generazioni di santeracliesi”. L’ente che presiedo – prosegue Committeri – oltre a ripristinare ciò che è stato danneggiato, prenderà provvedimenti per la tutela dell’impianto come l’illuminazione dell’area riservata al parcheggio e l’installazione di telecamere per la sorveglianza”.

Ciò che mi amareggia di più in questa vicenda – conclude Giacomo Committeri – e che gli ignoti oltre aver compiuto l’atto vandalico hanno determinato un ulteriore danno all’intera collettività in quanto le risorse finanziarie ora impiegate per sopperire a tale imprevisto, saranno purtroppo sottratte ai fondi che la Comunanza Agraria intendeva utilizzare per sostenere la popolazione di Sant’Eraclio nella difficile fase di ripresa economica e sociale successiva all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo”. (500)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini