1Perugia, 27 aprile 2020“Consideriamo inaccettabile ed insostenibile la decisione annunciata dal presidente del Consiglio di non consentire le cerimonie religiose nelle chiese. La Chiesa cattolica può contare, come poche altre istituzioni, di una propria struttura organizzativa in grado di assicurare i protocolli di distanziamento richiamati dalle disposizioni anticontagio. Chiediamo alla Presidente della Regione, Donatella Tesei, di emanare mirate e specifiche disposizioni per consentire la celebrazione delle Messe, riconoscendo un ruolo essenziale e non marginale del sentimento religioso di decine di migliaia credenti e anche alla luce dei dati acquisiti nell’ultimo periodo che confermano per l’Umbria un numero modesto di contagiati ed in costante diminuzione. Non possiamo essere paragonati alla Lombardia, o ad altre regioni più colpite”, questo ha dichiarato Marco Sciamanna Presidente del Popolo della Famiglia Umbria, sottolineando come il provvedimento di Conte sia un palese oltraggio alla libertà religiosa del nostro ordinamento costituzionale.

  (137)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini