Isabella BartoloniGiano dell’Umbria, 8 maggio 2020 – L’assessore ai servizi sociali, Isabella Bartoloni, a seguito dell’incontro tenutosi nei giorni scorsi con la presidente della cooperativa Il Cerchio, rende nota la rimodulazione dei servizi che la cooperativa offre alla collettività per conto del Comune di Giano dell’Umbria presso il centro semiresidenziale diurno per disabili adulti “L’isola che c’è”. La misura si è resa necessaria a fronte di quanto disposto dall’articolo 48 del decreto legge numero 18 del 17 marzo 2020 e del protocollo d’intesa firmato tra Regione Umbria, Anci e parti sociali. A tal proposito, da mercoledì 13 maggio 2020, ogni mercoledì e venerdì fino alla ripresa ordinaria delle attività del centro, la cooperativa ha attivato un pulmino attrezzato con operatore per attività di welfare leggero, quali supporto per la spesa, per l’acquisto di farmaci o per altri spostamenti di necessità primaria. Il servizio, che si svolgerà nella fascia oraria dalle 10 alle 12 ha sede logistica presso il centro “L’isola che c’è”, sito a Bastardo in via Fulvio Sbarretti.

Le ore rimanenti rispetto al piano economico saranno gestite in accordo con le esigenze dei cittadini su indicazioni dell’assistente sociale (recapito di ufficio: 0742.931969) e dell’ufficio competente del Comune (0742.931947). “Si precisa inoltre – conclude l’assessore Bartoloni – che è allo studio la possibile apertura dell’asilo nido da parte della stessa cooperativa nei mesi estivi, così da compensare il servizio che non si è potuto svolgere in queste ultime settimane a causa dell’emergenza sanitaria”. (94)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini