1Foligno, 13 maggio 2020 – Adesso si attendono i risultati dall’autopsia. Sarà eseguita domano all’istituto d medicina legale, ma l’ipotesi più accredita resta quella disgrazia. I carabinieri hanno compiuto oggi il percorso della bimba di tre anni, allontanatasi ieri pomeriggio da casa e poi rinvenuta alle 16,30 senza vita in piscina di una struttura ricettiva dismessa a Capodacqua. La piccola si è recata a giocare con i cani, due Labrador e un meticcio, nella zona vicino la casa di Poggiarello, poi è scomparsa nel raggio di un chilometro. La mamma ha lanciato l’allarme intorno alle 13, 30, quando l’ha cercata disperatamente, senza più trovarla.

La zona battuta palmo a palmo dai carabinieri è un sentiero boschiva, usata dai cacciatori ma anche da ricercatori di funghi. La bimba sarebbe entrata nella villa, perché il cancello era aperto, ma trattandosi di una struttura dismessa, c’erano anche dei varchi nella recinzione. La piscia piena d’acqua è stata la sua bara. I due cani labrador che sono rimasti fino all’arrivo dei soccorsi con la bambina e avrebbero anche tentato di portala in salvo, quando la piccola è caduta in acqua e ha chiamato aiuto. Al primo esame del medico legale, non ci sono segni di violenza. La bimba, figlia di una famiglia rumena, era nata in Italia. (202)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini