E' UN 28ENNE ALBANESE . L'ACCUSA E' DETENZIONE DI SOSTANZE STUPEFACENTI AI FINI DI SPACCIO. LE DOSI DI COCAINA ERANO GIA' PRONTE PER ESSERE SMERCIATE

arresto-polizia-sienaPerugia, 13 maggio 2020 – La Squadra Mobile di Perugia ha arrestato un 28enne albanese, senza fissa dimora e sin qui ignoto alle Forze dell’Ordine, per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
Il giovane è stato controllato dai poliziotti della Sezione Antidroga in località periferica del Comune di Perugia, nei pressi di un esercizio commerciale, mentre si trovava a bordo della propria autovettura. Il controllo nei suoi confronti è stato deliberato e mirato, visto che proprio negli ultimi giorni erano pervenute le segnalazioni di alcuni residenti che avevano rilevato movimenti sospetti dell’autovettura.

Nel pomeriggio quindi, non appena gli investigatori hanno intercettato l’uomo alla guida dell’auto, l’hanno immediatamente fermata, con l’intenzione di perquisirla a fondo.
Inizialmente, il cittadino albanese non ha avuto particolari reazioni, probabilmente perché si attendeva un controllo ordinario e non approfondito.
I poliziotti, però, una volta accertato che egli non occultava nulla di sospetto tra i propri indumenti, si sono dedicati al veicolo, e tale scelta si è rivelata azzeccata.
Infatti, occultata in un piccolo vano ricavato tra il condotto dell’aria ed il pannello in plastica posto in corrispondenza della bocchetta dell’aria, vi era una busta, al cui interno gli uomini della Squadra Mobile hanno trovato 15 piccoli involucri contenenti altrettante dosi di cocaina, per un peso complessivo di circa 11 grammi.

Con ogni evidenza, dunque, il cittadino albanese avrebbe trascorso il pomeriggio consegnando dosi dello stupefacente ad un significativo numero di clienti, a testimonianza del fatto che la sua attività di spaccio non era certamente occasionale.
Per questo, d’intesa con il P.M. di turno presso la Procura di Perugia, i poliziotti lo hanno arrestato per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, in attesa dell’udienza di convalida. (118)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini