Festeggiati domenica 17 maggio – gli auguri dell’Amministrazione Comunale, un compleanno che trasmette ottimismo per la ripartenza

1Bastia Umbra, 18 Maggio 2020  – Ha festeggiato 100 anni Domenica 17 Maggio la signora Aldina Billeri vedova Del Moro, abitante a San Lorenzo di Bastia Umbra con la numerosa famiglia composta di figli, nipoti e pronipoti. Una piccola donna che con forza e tenacia, con grande spirito di sacrificio ha saputo condurre la propria vita e quella dei suoi figli tra due secoli, quasi da sola; suo marito, Ernesto Del Moro, la lasciò purtroppo a causa di una grave malattia prematuramente, con i figli ancora da crescere, negli anni ’60. Nata il 17 Maggio del 1914, dal matrimonio con Ernesto, nacquero i due figli, Rosalia e Giuseppe. Ernesto era molto conosciuto a Bastia, aveva la rivendita di biciclette in via dell’Isola Romana, in un locale sede oggi di un ristorante. Aldina lavorava al tabacchificio Giontella, era una delle tabacchine che hanno contribuito a rendere Bastia una città industriale.

Presto però arrivò la malattia di Ernesto e Aldina – cosi ci racconta la figlia Rosalia – dopo il lavoro al tabacchificio c’era il lavoro in campagna, poi tutti i giorni la mamma prendeva la sua bicicletta per andare a Perugia, all’ospedale di Monteluce, ad assistere il marito per le nottate che si protrassero per tanto tempo a causa della grave malattia. Al mattino tornava a Bastia, subito al lavoro al tabacchificio. Arrivò a pesare solamente 40 kg ma non si arrese mai, rimase vicino a suo marito fino all’ultimo giorno. Poi si trattò di crescere i figli e Aldina lo fece continuando la vita di duro lavoro e con la giusta severità, cosi dice sua figlia, che imponeva il ruolo di mamma e babbo in un’unica persona, rimasta sola a tenere le redini della famiglia. Nonostante dieci anni fa sia stata sottoposta ad un serio intervento, Aldina non ha necessità di prendere alcun farmaco. Oggi vive coccolata dall’affetto dei suoi figli Rosalia e Giuseppe, dalla nuora Piera e dal genero Rolando e dai numerosi nipoti e pronipoti.

L’hanno festeggiata domenica, non come avrebbero voluto a causa delle cautele imposte dal Covid19, ma l’affetto dei familiari non è mancato. Per lo stesso motivo, anche il Sindaco Paola Lungarotti con rammarico ha dovuto evitare di recarsi a trovare Aldina; ha potuto però far recapitare presso l’abitazione della signora a nome dell’Amministrazione Comunale una targa ricordo per i suoi 100 anni e un piccolo omaggio floreale. Chiudiamo con una frase che i nipoti e i pronipoti hanno voluto dedicare alla loro nonnina centenaria, esempio di forza d’animo e volontà: “Cara nonna, a te, che la vita ha tanto dato e tanto tolto, vogliamo dire che sei un esempio per tutti noi, con la tua saggezza e il tuo buon cuore ci hai insegnato il vero significato della vita. Grazie Nonna Dina, siamo orgogliosi di averti da 100 anni! Con affetto, i tuoi nipoti, pronipoti, i tuoi figli”.

Gli auguri del Sindaco Paola Lungarotti e dell’Amministrazione Comunale a Nonna Dina e alla sua famiglia, a nome di tutta la Comunità bastiola, affinchè il lieto evento sia fuoriero di cose belle per tutti noi.

 
                          (176)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini