Maggiore attenzione al territorio: spazio ai produttori locali e a km zero per un nuovo modello di consumo. Le adesioni dovranno essere presentate entro il 25 maggio

1Spoleto,  18 maggio 2020 – Promuovere un nuovo modello di consumo garantendo uno spazio maggiore al settore alimentare. È questa la logica che ha deciso di seguire il Comune di Spoleto per i mercati e le fiere, invitando gli operatori del territorio a partecipare alla Fiera di Sant’Antonio in programma il prossimo 7 giugno in viale Trento e Trieste. Una volontà che nasce non solo dalla necessità di ripartire dopo le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, che di fatto hanno ridotto notevolmente le possibilità commerciali dei produttori locali e a km zero, ma anche per incentivare un sistema di consumo più responsabile. Quindi attenzione alla qualità, alla provenienza geografica, alla sicurezza alimentare e alla tutela dell’ambiente. Un riferimento che il Comune intende seguire anche per i mercati settimanali del martedì (Piazza d’Armi) e del venerdì (via Cacciatori delle Alpi), mettendo a disposizione sei posteggi per gli ambulanti del settore alimentare.

L’obiettivo è di incrementare, da adesso in poi, la presenza di aziende, anche agrituristiche, produttori e soggetti economici del settore alle fiere e ai mercati che si svolgono a Spoleto, anche attraverso la totale gratuità prevista per l’occupazione di suolo pubblico. Per tutte le informazioni tecnico/logistiche e relative alle autorizzazioni si può contattare l’ufficio Commercio, chiamando lo 0743 218454 o scrivendo all’email: daniela.selvi@comune.spoleto.pg.it.

Le adesioni dovranno pervenire entro e non oltre lunedì 25 maggio, al fine di consentire una corretta organizzazione della Fiera di Sant’Antonio.

 

  (175)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini