La stagione dovrà essere nel pieno rispetto delle norme anti Covid 19. Soddisfazione del CAT, Coordinamento delle associazioni di tartufai

TARTUFIPerugia, 23 maggio – La ricerca del tartufo potrà essere svolta regolarmente da domenica 31 maggio, data di apertura al Tuber aestivum Vitt (scorzone o nero estivo), nel rispetto delle normative anti Covid 19. Il CAT, Coordinamento delle associazioni di tartufai dell’Umbria, comunica che, a seguito delle disposizioni del 17 maggio 2020, è consentita la libera circolazione nel territorio regionale e quindi anche la possibilità della ricerca del tartufo con l’ausilio del cane, a partire dal 31 maggio, data di apertura della ricerca del tuber aestivum Vitt, così come stabilito dalla L. R. n. 21 del 15 aprile 2015. Per recarsi, invece, nelle altre regioni si devono attendere le nuove disposizioni del 3 giugno. Ovviamente la cerca del tartufo deve avvenire nel pieno rispetto delle norme che prevedono il divieto di assembramento e rispettando tutte le precauzioni anti coronavirus.

Il Coordinamento, che riunisce circa 7000 tartufai e le associazioni Alto Tevere, Il Perugino, Tuber Terrae area del monte Subasio, Ternano e Orvietano Tuderte, esprime soddisfazione per i chiarimenti riguardo la ricerca giunti dalla Regione dopo la sua richiesta.

Alcuni giorni fa, infatti, il CAT aveva chiesto delucidazioni circa la possibilità di effettuare la ricerca, attività che si svolge singolarmente e all’aria aperta, quindi nel rispetto delle prescrizioni e del distanziamento sociale previsti delle norme anti coronavirus. Il Servizio foreste, montagna, sistemi naturalistici e faunistica-venatoria della Regione Umbria ha comunicato al Cat di ritenere che “le attività di ricerca e raccolta dei tartufi possano essere pienamente svolte nel rispetto delle norme vigenti in materia”.

“Non possiamo che essere soddisfatti di questa comunicazione – precisa il presidente del Cat, Marino Capoccia –. Da domenica 31 maggio, i tartufai umbri potranno svolgere l’attività di ricerca al tartufo; è importante che possano farlo in tranquillità e sicurezza. Raccomandiamo a tutti di rispettare regole e normative”.

  (207)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini