L'EXTRACOMUNITARIO HA SOTTRATTO CON DESTREZZA IL CELLULARE AD UNA RAGAZZA. IL 35ENNE E' GRAVATO DA DIVERSI PRECEDENTI DI POLIZIA

POLIZIA AUTOPerugia, 30 maggio 2020 – Nella scorsa nottata personale della Squadra Volante della Questura di Perugia è intervenuto nei pressi del Duomo della città per la segnalazione di un reato di furto consumato. In piena notte una ragazza, la quale stava conversando seduta sulle scalette del duomo di Perugia con qualche amico, veniva avvicinata da un cittadino extracomunitario di origini gambiane il quale le chiedeva la cortesia di cedergli per un momento il proprio cellulare al fine di effettuare una telefonata.
La ragazza acconsentiva alla richiesta, per poi rientrare in possesso del proprio cellulare, pochi attimi dopo, riponendolo nella tasca del proprio giacchetto. Nel momento di allontanarsi il cittadino extracomunitario abbracciava la donna salutandola.

La ragazza non trovando più il proprio telefono, dopo averlo cercato anche insieme ai propri amici, cominciava a sospettare che fosse stata trafugata nelle tasche del giacchetto dall’uomo durante il saluto. Avvertita la Sala Operativa della Questura di Perugia, gli Agenti della Squadra Volante riuscivano a localizzare ed identificare l’uomo, un 35enne senza fissa dimora con a carico svariati precedenti di Polizia. Effettuato il controllo, gli agenti riuscivano a reperire il cellulare della ragazza molto ben occultato all’interno del calzino indossato dall’uomo al piede destro.

Inoltre, all’interno dello zaino in possesso dell’uomo venivano ritrovati un giacchetto sportivo griffato con ancora applicata la placca antitaccheggio ed il cartellino originale di vendita con scritto il prezzo del capo d’abbigliamento. Il cellulare veniva riconsegnato alla legittima proprietaria mentre il cittadino gambiano veniva deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato e ricettazione. (70)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini