In Umbria le aspettative di vita è di 86 anni per le donne e di 81,9 per gli uomini

In Umbria le aspettative di vita è di 86 anni per le donne e di 81,9 per gli uomini

Perugia, 4 giugno 2020 – Nell’era del COVID 19 (tutt’altro che conclusa) spesso è passata l’idea (almeno in alcune realtà della Lombardia) che in casi estremi, le persone fragili e/o anziane potessero non essere destinatarie le“cure” necessarie alla sopravvivenza!
Le persone fragili e/o anziane, considerate nei fatti “scarti”,come più volte ha denunciato Papa Bergoglio. Siccome l’emergenza non è finita dobbiamo contrastare tale deriva culturale e sociale.
Siamo più che mai convinti, che la civiltà di una comunità, si misura dal “come” tratta le persone più deboli. E lo facciamo partendo dal nostro territorio e dalla nostra regione!
Il fatto che in Umbria si viva di più e più a lungo è una conquista che vorremmo non venisse scalfita dagli interpreti del “nuovo”!

Nella Provincia di Perugia gli ultra 65enni sono 163.909 e gli ultra 75enni 77.804.
Ben oltre il 26% della popolazione complessiva.
Nella nostra regione le aspettative di vita è di 86 anni per le donne (in Italia è di 85,3) e di 81,9 per gli uomini ( in Italia 81,0 ). Queste persone vanno tutelate e non demonizzate. In questo senso, è utile sapere che la metà delle donne anziane vive da sola e che:
il 24,9%, sempre delle donne anziane, ha limitazioni croniche (il 18% per quanto riguarda gli uomini). Cioè si vive a lungo, ma spesso si vive male, con tante problematiche sociali e sanitarie.
Rendere questa vita dignitosa e garantire i Diritti alle persone più fragili, dovrebbe essere il compito di una società avanzata, evitando esclusioni e sottovalutazioni.
Questo è l’obiettivo che come SPI ci poniamo, in un necessario rapporto positivo con le nuove generazioni! (206)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini